ford-carr-e

Ford presenta al Mobile World Congress i suoi progetti per la mobilità personale del futuro. Tra i prototipi in mostra al suo stand c’è una piccola macchina circolare che, a prima vista, potrebbe essere confusa con un robot Roomba. In realtà si tratta di Carr-E, un prototipo progettato dall’ingegnere Kilan Vas, che lavora nella sede Ford di Colonia, in Germania. Carr-E è uno dei finalisti del concorso “Last Mile Mobility Challenge” indetto da Ford. Per partecipare era richiesto lo sviluppo di un prototipo elettrico che renda più facili gli spostamenti nei luoghi non raggiungibili in auto.

Con dimensioni paragonabili a quelle di un pneumatico, Carr-E è pensato per adattarsi nel bagagliaio di una macchina. Può trasportare un carico fino a 120 kg ad una velocità massima di 11 km/h ed ha un’autonomia di 22 chilometri. Carr-E può spostarsi anche in “modalità drone”: in questo caso segue il suo proprietario e può essere utilizzati per trasportare carichi pesanti.

ford-triciti

Nell’area “City of Tomorrow” di Ford c’è un altro finalista del Last Mile Mobility Challenge. Si tratta di TriCiti, un triciclo elettrico pieghevole che può essere usato sia per lo spostamento personale sia per trasportare merci, come Carr-E.

Ma ciò che ha attira più attenzione presso lo stand Ford è la demo denominata “Autolivery.” Tramite un dispositivo VR gli utenti possono seguire un furgone a guida autonoma e un drone che collaborano per recapitare a un party un ingrediente dimenticato.

 

AUTOREMagdalena Petrova
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI