Può sembrare fantascienza, ma ricercatori universitari hanno realizzato un piccolo robot pieghevole che un giorno potrebbe operare dentro al corpo delle persone.

Il piccolo robot è contenuto all’interno di una capsula che, una volta inghiottita, si scioglie e permette al robot di muoversi all’interno dello stomaco del paziente, per esempio per riparare una ferita.

Il robot è stato sviluppato da un gruppo di scienziati del MIT, dell’Università di Sheffield, in Inghilterra, e del Tokyo Institute of Technology.

E’ davvero emozionante vedere i nostri piccoli robot origami fare qualcosa che ha potenziali importanti applicazioni per l’assistenza sanitaria“, ha dichiarato Daniela Rus, professore del MIT e direttore del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory dell’università. “Per applicazioni all’interno del corpo, abbiamo bisogno di un piccolo sistema robotizzato, controllabile e non vincolato. E’ molto difficile controllare e posizionare un robot all’interno del corpo, se il robot è legato a qualcosa”.

Di forma rettangolare, il robot ha un design “a fisarmonica” e sulle pieghe è posizionato un magnete che risponde ai campi magnetici esterni al corpo. Utilizzando tale magnete, i medici possono controllare il movimento del robot e dirigerlo negli spostamenti.

Finora, il robot è stato testato all’interno di uno stomaco sintetico, realizzato in gomma siliconica e modellato sulla meccanica dello stomaco e dell’esofago di un maiale.

I robot sono utilizzati da diversi anni nelle sale operatorie come ausilio negli interventi chirurgici, ma è la prima volta che viene realizzato un robot che può funzionare dall’interno del corpo.