Ally e Microsoft collaborano per il quantum computing

La banca digitale Ally ha collaborato con Microsoft per esplorare le possibilità del quantum computing, una tecnologia emergente per la quale i talenti sono ancora pochi e gli strumenti rimangono immaturi.

quantum computing

Il quantum computing è molto criticato per il suo potenziale di eseguire simulazioni di grandi quantità di dati per aiutare le aziende a risolvere problemi di ottimizzazione. E mentre la relativa immaturità della tecnologia quantistica ha smorzato parte del relativo entusiasmo, un fornitore di servizi finanziari non si sta dando per vinto.

Ally Financial ha infatti stretto una partnership con Microsoft per sfruttare le risorse di calcolo quantistico del gigante tecnologico nel suo cloud Azure. In questo modo Ally mira a eseguire simulazioni sofisticate esplorando nuovi prodotti finanziari per i clienti in modo più efficiente rispetto ai computer convenzionali, afferma Sathish Muthukrishnan, chief information, data and digital officer della banca all digital.

“Crediamo che il quantum computing sia adatto a risolvere una serie di problemi computazionali complessi”, afferma Muthukrishnan. “Ally deve innovare costantemente e guardare al futuro in un ambiente competitivo”. 

Quantum risolve la “sfida del labirinto” in parallelo

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Pensare in termini di “cosa verrà dopo” è appropriato per l’informatica quantistica. Le macchinazioni della tecnologia richiedono una facile descrizione, ma a un livello elevato l’informatica quantistica utilizza hardware e software specializzati per elaborare un gran numero di simulazioni più rapidamente rispetto ai computer convenzionali.

Questo perché i computer quantistici elaborano i dati utilizzando bit quantistici, o qubit, che possono rappresentare e memorizzare valori di 0, 1 o una combinazione di entrambi 0 e 1 contemporaneamente, in uno stato noto come sovrapposizione. La proprietà di sovrapposizione è ciò che consente ai computer quantistici di operare a velocità e scala significative rispetto ai computer convenzionali, che utilizzano bit binari per memorizzare le informazioni come 0 o 1.

Un modo per cogliere le differenze tra l’informatica convenzionale e quella quantistica è considerare come ciascuna di esse potrebbe esplorare il percorso ottimale verso la fine di un vasto labirinto, afferma Muthukrishnan.

Nel tentativo di superare il labirinto, il computer convenzionale lavora metodicamente attraverso i suoi bit binari, raggiungendo un vicolo cieco dopo l’altro fino a raggiungere la fine. Al contrario, la proprietà di sovrapposizione consente a un computer quantistico di percorrere tutti i percorsi del labirinto in parallelo fino a raggiungere la fine. In sintesi, la quantistica risolve i problemi considerando molte più variabili e arrivando a risposte in tempi molto più brevi rispetto al calcolo convenzionale.

Le partnership sono fondamentali per superare gli ostacoli del quantum computing

Per affrontare le sfide non banali poste dai quanti, Ally ha aderito all’Enterprise Acceleration Program di Microsoft per esplorare casi d’uso, sfruttando linguaggi software, API e infrastrutture per sviluppare competenze quantistiche. Il software cloud Azure Quantum di Microsoft è più che in grado di elaborare le informazioni ad alta velocità e con il più basso margine di errore.

Il modello di business di Ally è simile all’analogia del labirinto di Muthukrishnan. Con la sua varietà di prodotti finanziari, tra cui mutui, prestiti prestiti aziendali e assicurazioni per veicoli offerti attraverso i suoi principali canali B2B, B2C e B2B2C, Ally ha un numero apparentemente infinito di permutazioni da indagare per il valore aziendale.

Quantum può aiutare a scalare i modelli di intelligenza artificiale (AI) e machine learning (ML) di Ally per risolvere le sfide di ottimizzazione che deve affrontare il modello di business di Ally, afferma Marcos Souza, direttore esecutivo di Ally.

Una strada che Ally sta esplorando include l’elaborazione di grandi quantità di dati di mercato, comprese informazioni storiche e geografiche, per determinare i migliori prezzi per i prodotti finanziari. “Il quantum computing ci consente di eseguire le stesse cose sui tradizionali modelli di AI e ML, ma con un’autostrada molto più veloce per ottenere risultati più velocemente”, afferma Souza.

In definitiva, Ally sta esplorando il quantum computing per trovare il prodotto giusto per il cliente giusto al momento giusto e al prezzo giusto, afferma Muthukrishnan. Ciò è in linea con la missione di Ally di utilizzare la tecnologia per trattare ogni cliente come il suo unico cliente.

Sebbene il COVID-19 impedisca ai dipendenti di entrambe le società di lavorare insieme di persona, gli ingegneri di Ally e Microsoft partecipano regolarmente a incontri virtuali per raccogliere idee su come ottimizzare il business di Ally.

A parte la frequente collaborazione, le sfide sono considerevoli. Investire tempo, talento e denaro nel quantum computing richiede che Ally consideri attentamente i giusti problemi di ottimizzazione per stabilire le priorità e quindi costruire la “memoria muscolare” esibendo la “pazienza aziendale” per perseguire quei progetti, osserva Muthukrishnan.

Molte società di servizi finanziari, tra cui Barclays, JPMorgan e Bank of America, stanno esplorando casi d’uso simili per il quantum computing. Ma i progressi sono stati lenti a causa delle limitazioni tecniche e della scarsità di talenti. Come osserva Ally, l’hardware quantistico non è ancora abbastanza affidabile da scalare per grandi carichi di lavoro di produzione.

“Ci vorrà tempo”, dice Muthukrishnan. “Ma come leader tecnologico per un’azienda nativa digitale, il mio lavoro è conoscere e possibilmente utilizzare la prossima grande novità dietro l’angolo”.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!