Nuvap N1, disponibile a partire da novembre a 379 euro ma prenotabile già da ora su questa pagina, è un device appartenente all’era dell’Internet of Things che punta alla sicurezza e alla salute. Sfruttando i precisi sensori al suo interno, N1 è infatti in grado di rilevare fino a 24 diversi parametri ambientali, tra cui l’inquinamento elettromagnetico, il gas radon, la radioattività (radiazioni ionizzanti), il monossido di carbonio, il metano, l’inquinamento acustico e idrico (attraverso filtri esterni), la temperatura, l’umidità, la qualità dell’aria, la presenza di polveri sottili, gli incendi e altro ancora.

Un vero e proprio “controllore ambientale” con il quale è possibile individuare in ufficio quei nemici invisibili che con il tempo possono causare patologie talvolta molto gravi, con lo scopo di eliminarne o attenuarne gli effetti dannosi sulla salute delle persone.

Grazie al supporto dedicato offerto da Nuvap, è possibile adottare piccoli accorgimenti per evitare o limitare i pericolosi effetti dell’esposizione a fonti inquinanti individuate da N1, come per esempio rilevare per tempo incendi o fughe di gas, oppure modificare la disposizione delle scrivanie per evitare l’esposizione continuata a pericolose fonti elettromagnetiche. Nuvap N1 può rivelarsi uno strumento molto utile anche per valutare lo stato di salubrità ambientale di uno spazio lavorativo (o di una casa) prima di acquistarlo.

L’app Nuval, dalla quale sono consultabili da remoto tutti i parametri ambientali monitorati da N1, è disponibile per smartphone e tablet con sistemi operativi Android, iOS e Windows Phone.

WHITEPAPER GRATUITI