JoinPad, azienda italiana specializzata in soluzioni in realtà aumentata per il mondo industriale, sta mettendo a punto un nuovo kit di sviluppo software (SDK) per lo sviluppo di applicazioni basate sugli smartglasses Moverio di Epson. Come partner di questo progetto per testare nuove soluzioni AR, JoinPad ha scelto ISMB – Istituto Superiore Mario Boella, centro di ricerca applicata e di innovazione di Torino focalizzato sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT). Fondato ormai 15 anni fa, l’ISMB si avvale delle competenze tecnologiche di circa 150 ricercatori che lavorano in stretta collaborazione con l’impresa, l’accademia e la pubblica amministrazione.

Nel nuovo SDK, che diventerà uno strumento utile per gli sviluppatori interessati al mondo ancora giovane ma già affascinate degli smartglasses, troveranno posto molte funzionalità utili per sfruttare al meglio la stereoscopia, una delle caratteristiche più importanti e distintive degli occhiali smart di Epson. Tra le app che sarà possibile creare con l’SDK di JoinPad spiccano anche giochi e servizi legati al mondo dell’industria e della società. Mauro Rubin, presidente di JoinPad, ha dichiarato che gli algoritmi per la visione stereoscopica messi a punto dalla sua azienda permettono di sfruttare l’unicità binoculare dei Moverio, dando la possibilità a tutti di creare nuovi modi di interagire con l’ambiente circostante

La presentazione del nuovo SDK di JoinPad avverrà il 19 marzo con un workshop dedicato al mondo della realtà aumentata organizzato in collaborazione con Epson Italia, Frontiers of Interaction e ISMB. Nel corso dell’incontro è prevista una sessione pratica in cui saranno fornite le conoscenze necessarie per la progettazione di un’applicazione in realtà aumentata. Sempre per presentare l’SDK di nuova generazione, le tre aziende si ritroveranno anche in aprile al Droidcon di Torino.