Endpoint IoT: secondo Gartner nel 2020 saranno 5,8 miliardi

Gartner prevede che il mercato dell'Internet of Things (IoT) per le imprese e l'industria automobilistica crescerà fino a raggiungere 5,8 miliardi di endpoint nel 2020.

iot

Gartner prevede che il mercato dell’Internet of Things (IoT) per le imprese e l’industria automobilistica crescerà fino a raggiungere 5,8 miliardi di endpoint nel 2020, con un aumento del 21% sul 2019. Entro la fine di quest’anno si prevede inoltre che saranno in uso 4,8 miliardi di endpoint, in crescita del 21,5% rispetto al 2018.

Le utility saranno i maggiori utenti degli endpoint IoT, con un totale di 1,17 miliardi di endpoint nel 2019 e un aumento del 17% nel 2020, per raggiungere 1,37 miliardi di endpoint. “La misurazione intelligente dell’elettricità, sia residenziale che commerciale, aumenterà l’adozione dell’IoT tra le utility” ha affermato Peter Middleton, direttore senior della ricerca presso Gartner. “La sicurezza fisica, in cui la rilevazione di intrusioni e casi d’uso di sorveglianza interna determineranno un aumento del volume, sarà il secondo settore più grande degli endpoint IoT nel 2020.”

L’automazione degli edifici, guidata da dispositivi di illuminazione connessi, sarà il segmento con il più alto tasso di crescita nel 2020 (42%), seguito da quello automobilistico e sanitario, che dovrebbero crescere rispettivamente del 31% e del 29% nel 2020. Nell’assistenza sanitaria il monitoraggio delle condizioni di salute guiderà la maggior parte degli endpoint IoT, mentre nell’automotive le automobili con connettività IoT saranno potenziate da una serie di dispositivi aggiuntivi per svolgere attività specifiche, come ad esempio la gestione della flotta.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

La misurazione intelligente dell’elettricità residenziale, che può essere utilizzata per una misurazione e una fatturazione più accurate in casa, sarà il principale caso d’uso IoT in Cina e nell’Europa Occidentale nel 2020, che rappresenteranno rispettivamente il 26% e il 12% degli endpoint IoT totali. Il Nord America, a confronto, vedrà l’adozione dell’endpoint IoT più elevato nei sistemi di rilevamento di intrusi come i sensori di porte e finestre, che rappresenteranno l’8% degli endpoint IoT totali.

Nel 2020, le entrate derivanti dall’elettronica endpoint raggiungeranno i 389 miliardi di dollari a livello globale e saranno concentrate su tre regioni: Nord America, Cina ed Europa occidentale. Queste tre regioni rappresenteranno il 75% delle entrate complessive dell’elettronica dell’endpoint. Il Nord America registrerà 120 miliardi di dollari, la Cina raggiungerà 91 miliardi e l’Europa occidentale arriverà al terzo posto con 82 miliardi di dollari nel 2020.

Sempre il prossimo anno i due casi d’uso che produrranno la maggior parte delle entrate dell’elettronica endpoint saranno le automobili connesse e la stampa e le fotocopie in rete, per un totale rispettivamente di 72 e 38 miliardi di dollari. Le auto connesse manterranno una parte significativa della spesa elettronica dell’endpoint totale derivante dall’aumento della complessità dell’elettronica e dai produttori che implementeranno la connettività in una percentuale maggiore della loro produzione di veicoli. Mentre le stampanti e le fotocopiatrici contribuiranno a spese significative nel 2020, il mercato diminuirà lentamente e altri casi d’uso come la sorveglianza interna aumenteranno man mano che i governi si concentreranno sulla sicurezza pubblica.

“Nel complesso, gli utenti finali dovranno prepararsi ad affrontare un ambiente in cui le unità aziendali acquisteranno sempre più risorse abilitate per l’IoT senza politiche di supporto, proprietà dei dati o integrazione nelle applicazioni aziendali esistenti” ha affermato Alfonso Velosa, vicepresidente della ricerca presso Gartner. Ciò richiederà al team del CIO di iniziare a sviluppare un approccio basato su criteri e architetture per supportare gli obiettivi delle unità aziendali, proteggendo al contempo l’organizzazione dalle minacce ai dati. “I product manager dovranno fornire ma anche comunicare chiaramente e ad alta voce il loro valore di business basato su IoT se vogliono avere successo in questa arena così affollata”, ha concluso Velosa.

Internet of Things (IoT) per le imprese e l'industria automobili" data-share-imageurl="https://static.cwi.it/wp-content/uploads/2019/05/iot_internet_of_things_by_jackie_niam_gettyimages-996958260_2400x1600-100788446-large.jpg" data-share-url="https://www.cwi.it/tecnologie-emergenti/internet-of-things/endpoint-iot-secondo-gartner-nel-2020-saranno-58-miliardi-121499" >