I software di intelligenza artificiale varranno 62 miliardi di dollari nel 2022

I software di intelligenza artificiale varranno 62 miliardi di dollari nel 2022

software di intelligenza artificiale

Secondo una nuova previsione di Gartner, si prevede che le entrate a livello globale derivanti dai software di intelligenza artificiale (AI) raggiungeranno un totale di 62,5 miliardi di dollari nel 2022, con un aumento del 21,3% rispetto al 2021.

“Il mercato del software per l’intelligenza artificiale sta prendendo sempre più slancio, ma la sua traiettoria a lungo termine dipenderà dall’avanzamento della maturità dell’intelligenza artificiale da parte delle aziende” ha affermato Alys Woodward, senior research director di Gartner.

Il mercato del software per l’intelligenza artificiale comprende applicazioni con l’intelligenza artificiale incorporata, come i software di visione artificiale, nonché i software utilizzato per creare sistemi di intelligenza artificiale. La previsione di Gartner si basa su casi d’uso, misurando la quantità di potenziale valore aziendale e la tempistica del valore aziendale.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Come potete vedere qui sotto, Gartner prevede che le prime cinque categorie di casi d’uso per la spesa in software di intelligenza artificiale nel 2022 saranno la gestione della conoscenza, gli assistenti virtuali, i veicoli autonomi, il luogo di lavoro digitale e i dati di crowdsourcing.

“I casi d’uso che offrono un valore aziendale significativo, ma che possono essere ridimensionati per ridurre il rischio, sono fondamentali per dimostrare l’impatto degli investimenti nell’intelligenza artificiale agli stakeholder aziendali”, continua Woodward.

La domanda di tecnologie AI e la relativa crescita del mercato sono strettamente legate ai livelli di maturità organizzativa dell’AI. Le aziende continuano a dimostrare un forte interesse per l’AI, con il 48% dei CIO che, secondo il Gartner CIO and Technology Executive Survey 2022, ha già implementato o pianificato di implementare tecnologie di intelligenza artificiale e machine learning entro i prossimi 12 mesi.

Tuttavia, la realtà dell’implementazione dell’IA è molto più limitata. La ricerca di Gartner ha scoperto che le organizzazioni sperimentano comunemente l’intelligenza artificiale, ma faticano a rendere la tecnologia parte delle loro operazioni standard. Gartner prevede che ci vorrà fino al 2025 prima che metà delle organizzazioni in tutto il mondo raggiunga ciò che il modello di maturità dell’IA di Gartner descrive come la “fase di stabilizzazione” della maturità dell’IA.

I progressi nella maturità dell’intelligenza artificiale aumenteranno le entrate del software AI a causa dell’aumento della spesa, in particolare nella categoria della tecnologia relativa ai dati e all’analisi. Un ritardo nella maturità, causato dalla riluttanza ad abbracciare l’AI e dalla mancanza di fiducia in queste tecnologie, avrà invece un corrispondente effetto di decelerazione su spesa e entrate.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!