Fujitsu: quando l’intelligenza artificiale aiuta il retail

Fujitsu punta a migliorare e a trasformare il customer journey e a incrementare l'efficienza del punto vendita grazie all'intelligenza artificiale.

retail

L’edizione del NRF di New York di quest’anno ha visto Fujitsu impegnata a dimostrare nuove soluzioni che fanno leva sulle tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale per aiutare gli addetti del retail a risolvere alcune delle sfide che li coinvolgono in maniera più pressante. Queste nuove soluzioni sono progettate per consentire ai retailer di migliorare l’esperienza in-store dei consumatori e contribuire all’abbattimento dei costi operativi, per esempio attraverso la riduzione delle perdite subite alle casse automatiche.

Fujitsu permette a chi lavora nel settore retail di compiere importanti passi avanti nel corso del 2019 attraverso un utilizzo più efficace della IA, aiutando a chiudere il gap che separa i negozi fisici da quelli online in modo da ottimizzare l’esperienza multicanale che i clienti oggi si attendono. Nuove soluzioni che integrano la IA in profondità mettono a disposizione opportunità di innovazione davvero dirompenti consentendo al settore del retail di migliorare ulteriormente l’esperienza all’interno del punto vendita. La IA è anche il fattore abilitante decisivo per un’innovazione potente tesa a ridurre le frodi alle casse self-service senza produrre impatti negativi sull’esperienza dei consumatori onesti.

Nel corso dell’NRF, Fujitsu illustrerà diverse soluzioni che aggiungono valore ed efficienza all’ambiente del punto vendita e l’estensione delle soluzioni omnicanale già implementate.

intelligenza artificiale

Prevenzione delle frodi alle casse self-service

Un utilizzo innovativo dell’intelligenza artificiale aiuta a rilevare e prevenire le frodi che avvengono in presenza di casse automatiche, senza tuttavia impattare negativamente sulla procedura di pagamento degli acquirenti onesti. Aggiungendo telecamere alle casse già esistenti, Fujitsu si avvale di machine learning e IA per effettuare un controllo incrociato tra il codice a barre passato sullo scanner e l’aspetto fisico del relativo prodotto così da rendere impossibile l’uso del codice a barre di un articolo a basso prezzo, come per esempio le banane, su prodotti di maggior valore aventi un peso simile, come per esempio la carne o le bevande alcoliche.

I camerini di prova diventano smart

Per favorire una maggiore conversion rate (il rapporto tra coloro che entrano in negozio e quelli che effettivamente effettuano un acquisto nello stesso arco di tempo), nei negozi di abbigliamento Fujitsu presenta l’esperienza del camerino smart, una soluzione che permette agli acquirenti di ottenere ulteriori informazioni circa i capi che stanno provando senza bisogno di uscire dal camerino per cambiare le taglie o i colori. Una nuova app per i clienti offre infatti un metodo pratico per richiedere capi di taglie o colori differenti da provare. Le richieste vengono inoltrate direttamente ai dispositivi wearable dei commessi aiutando a ridurre il tempo totale trascorso dagli acquirenti nei camerini trovando comunque il capo giusto e, di conseguenza, aumentando le percentuali di conversione.

Una soluzione per il conteggio automatico in-store del contante

Per aumentare l’efficienza di un processo svolto tradizionalmente in forma manuale e che per i retailer rappresenta un costo, Fujitsu presenta una soluzione per il conteggio automatico del contante all’interno del punto vendita che aiuta a ridurre i margini di errore e la necessità per il personale di maneggiare il contante stesso.