Oggi la tecnologia indossabile fa sempre più parte della vita di tutti i giorni, grazie soprattutto al successo dei cosiddetti fitness tracker (i prodotti di Fitbit su tutti) e degli smartwatch. Eppure non ci sentiamo ancora pronti a considerare questi device come prodotti di massa e anche se il consumatore medio si sta interessando sempre di più ai wearable, i risultati di un recente sondaggio dimostrano come ci siano ancora parecchi dubbi e insicurezze di fronte all’acquisto di un device indossabile.

Colloquy, compagnia specializzata in indagini di mercato, ha infatti pubblicato ieri un report che ha interessato oltre mille consumatori americani dai 18 anni in su. Il risultato più interessante è che quasi due terzi degli intervistati (63%) ritiene che i wearable siano troppo costosi, mentre il 58% vorrebbe usare uno di questi dispositivi ma si ritiene troppo vecchio per farlo.

colloquy-wearables-infographic-100653415-large.idge

Ben il 52% ha confessato di non capire appieno l’utilità degli indossabili, mentre il 32% è preoccupato per i possibili rischi inerenti la privacy solitamente associati a questi prodotti, soprattutto a quelli che raccolgono informazioni sensibili sullo stato di salute. Una percentuale più bassa del previsto, considerando che proprio i temi della privacy e della sicurezza erano stati inizialmente quelli più difficili da far mandare giù ai consumatori da parte dei produttori di wearable.

Basti pensare che un sondaggio simile realizzato nel 2014 da Pricewaterhouse Coopers riportava come l’86% del campione fosse preoccupato per possibili brecce di sicurezza, mentre l’82% avvertiva i wearable come prodotti che minacciavano la privacy.

Questi invece gli altri risultati emersi dal sondaggio di Colloquy.

Il 41% preferirebbe far indossare un wearable al proprio animale domestico
Il 36% è convinto che i wearable siano solo un fenomeno passeggero
Il 35% pensa che i wearable servano solo per mettersi in mostra
Il 33% ritiene che i wearable siano oggetti alla moda
Il 9% pensa che i wearable debbano essere ricaricati troppo spesso
Il 8% ritiene i wearable oggetti scomodi
Il 6% vorrebbe maggior compatibilità dei wearable con più dispositivi