Harman Kardon Invoke: Cortana sbarca sugli speaker smart

Dopo Google Home e Amazon Echo, e in attesa del presunto modello di Apple, in autunno toccherà ad Harman Kardon Invoke con Cortana.

Proprio pochi giorni fa parlavamo della possibile intenzione di Apple di entrare nel mercato degli assistenti virtuali casalinghi con uno speaker “comandato” da Siri e basato su una versione alternativo di iOS. Oggi scopriamo che anche Microsoft, dopo averne già parlato a fine 2016, proporrà un suo speaker intelligente a uso domestico con all’interno l’assistente virtuale Cortana.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

Il dispositivo in questione è l’Harman Kardon Invoke e si tratta del primo speaker simile con all’interno l’intelligenza artificiale di Microsoft, che va così a sfidare quella di Amazon Echo (Alexa) e quella di Google Home (Google Assistant).

Harman Kardon Invoke

Le informazioni su Invoke, atteso sul mercato in autunno in contemporanea con il rilascio di Windows 10 Redstone 3, sono ancora poche, ma si tratterà certamente di uno speaker con audio a 360 gradi caratterizzato da una costruzione con materiali premium e dalla presenza a bordo di Skype, con il quale si potranno effettuare chiamate VOIP.

Cortana sarà poi in grado di rispondere a varie tipologie di richieste dell’utente e di controllare la riproduzione musicale e, molto probabilmente, di gestire un eventuale impianto smart home. Come già successo per Amazon Echo e Google Home, non ancora disponibili in Italia, aspettiamoci inizialmente l’uscita di Harman Kardon Invoke solo negli USA e solo in lingua inglese.