Da Microsoft arrivano due nuove app per gli HoloLens

Dynamics 365 Remote Assist e Dynamics 365 Layout sono due nuove app di Microsoft sviluppate per sfruttare in diversi modi gli HoloLens.

hololens

Nel 2015, quando Microsoft presentò la prima iterazione pubblica di HoloLens, i product manager mostravano questo visore di realtà aumentata chiedendo agli utenti di ricollegare un interruttore della luce guidati in diretta e da remoto da un professionista. Tre anni dopo Microsoft ha finalmente commercializzato quella demo con una versione di Microsoft Dynamics abilitata per HoloLens.

Microsoft sta infatti portando sul mercato due app Dynamics sviluppare appositamente per il suo visore AR: Dynamics 365 Remote Assist, che consente a un visualizzatore remoto di assistere un operatore in prima linea, e Dynamics 365 Layout, che utilizza le capacità di mappatura spaziale del visore per aiutare a organizzare uno spazio commerciale o una fabbrica.

Remote Assist è ciò con cui Microsoft ha inizialmente entusiasmato i giornalisti alla prima apparizione di HoloLens. Ecco come funziona. Immaginate di assemblare un PC indossando un HoloLens ma avete sbagliato a inserire la RAM nel giusto slot o avete commesso qualche altro errore. HoloLens Remote Assist consentirebbe a un tecnico di supporto di vedere da remoto ciò che state vedendo tramite il vostro visore, con la possibilità di evidenziare ciò che dovreste fare. Inoltre, l’assistente remoto potrebbe usare Skype per dirvi, ad esempio, come utilizzare al meglio la pasta termica per l’installazione della CPU.

È probabile che non utilizzerete mai gli HoloLens in questo modo a meno che non siate un tecnico in un’azienda come Chevron, che ha acquistato 100 HoloLens per tecnici sul campo. Ciò significa, tuttavia, che Microsoft ha finalmente trovato un uso pratico immediato e facilmente comprensibile per il suo visore, che, onestamente, è rimasto un po’ fuori dalla portata dell’opinione pubblica. Questa è la migliore notizia per HoloLens da anni.

hololens

“Utilizzando HoloLens con Dynamics 365 Remote Assist, è possibile inoltre risolvere una chiamata di supporto utilizzando la realtà aumentata per comunicare al tecnico sul campo esattamente cosa fare, piuttosto che affrontare l’esercizio dispendioso in termini di tempo di descrivere il problema a voce” ha affermato Lorraine Bardeen, direttore generale di Microsoft Mixed Reality at Work.

Ci sono però alcuni intoppi, ha spiegato Bardeen in un’intervista. HoloLens richiede infatti il Wi-Fi e quindi una connessione LTE non funzionerà. Microsoft ha messo comunque a punto l’app Remote Assist per ridurre al minimo la larghezza di banda, incluso il calo della risoluzione per i video su Skype, e alcuni clienti stanno implementando HoloLens come parte essenziale di un contratto di supporto: se c’è un problema sul campo, il cliente può indossare il visore e il tecnico remoto può guidarlo attraverso la soluzione.

Dynamics 365 Layout, al contrario, utilizza gli HoloLens per scansionare l’area fisica circostante. In un gioco come RoboRaid gli HoloLens sanno dove si trovano i muri e i mobili intorno al giocatore e possono evocare nemici robotici per spararvi addosso. Dynamics 365 Layout funziona in modo un po’ più prosaico. I clienti Microsoft possono creare modelli 3D di macchinari, banchi e altri oggetti e utilizzare quindi Layout per posizionarli virtualmente all’interno di una fabbrica, un ufficio o uno spazio commerciale. L’idea, insomma, è di mappare un’esperienza del cliente in uno spazio virtuale.

Anche in questo caso però ci sono alcune limitazioni. “Gli HoloLens mappano infatti solo una piccola area alla volta, quindi i clienti potrebbero dover passare da cella a cella di un dato spazio”, ha detto la Bardeen. “Possono però unirle e ogni cella rimarrà nel cloud Microsoft, pronta per essere modificata in futuro”.