Smartwatch e braccialetti “intelligenti” sono ancora una parte relativamente piccola del mercato degli indossabili, ma IDC prevede un boom nei prossimi anni. Secondo l’ultimo rapporto Worldwide Quarterly Wearable Device Tracker, ci sarà una crescita esplosiva del mercato degli indossabili, guidata in gran parte dalla scelta sempre più ampia di dispositivi, esperienze e fasce di prezzo.

Siamo in una fase in cui più fornitori stanno entrando in questo segmento, ponendo le basi per una maggiore scelta e, in definitiva, più volumi”, ha dichiarato Ramon Llamas, research manager di IDC per il settore wearable. “I potenziali acquirenti, poco attratti da ciò che è attualmente disponibile, saranno molto probabilmente più interessati una volta che arriveranno sul mercato i dispositivi di seconda e terza generazione, con migliori hardware e applicazioni”.

Quest’anno, le spedizioni complessive di dispositivi indossabili raggiungeranno più di 76 milioni di unità, con una crescita del 164 per cento rispetto ai 29 milioni di unità vendute nel 2014, secondo il report di IDC. Entro il 2019, le spedizioni in tutto il mondo supereranno i 173 milioni di unità, con un tasso di crescita annuo di quasi il 23 per cento per i prossimi cinque anni.

Le cose si faranno interessanti proprio nel segmento dei dispositivi indossabili “intelligenti”, l’opposto di quelli che IDC definisce “di base”, come i fitness tracker.

idc wearableGli indossabili ‘intelligenti’ si trasformeranno da semplice accessorio di uno smartphone, focalizzato principalmente sulle notifiche, a un computer indossabile più avanzato in grado di eseguire autonomamente maggiori elaborazioni”, ha commentato Jitesh Ubrani, analista senior del settore Mobile Device Trackers di IDC.

A guidare la categoria saranno i dispositivi intelligenti in grado di eseguire applicazioni di terze parti. Tra questi ci sono, per esempio, l’Apple Watch, il Motorola Moto 360, la serie Gear S di Samsung e Time di Pebble. Guardando al futuro, i dispositivi saranno sempre più differenziati in base ai sistemi operativi che li gestiscono e alle applicazioni disponibili.