Se è vero che il successo dei dispositivi indossabili dipende da quanto è nascosta la tecnologia, Oakley e Intel potrebbero aver fatto la scelta giusta con i loro Radar Pace. Gli occhiali da sole Radar Pace di Oakley sono innegabilmente alla moda, ma nascondono la tecnologia Intel che li trasforma in un coach a comando vocale che risponde alle domande e offre suggerimenti agli atleti. E’ come avere Siri negli occhiali da sole.

Presentati al CES 2016, gli occhiali saranno disponibili dal primo ottobre negli Stati Uniti e in altri Paesi (per il momento non è nota la disponibilità in Italia) al prezzo di 449 dollari. Gli occhiali possono essere utili per gli atleti professionisti, ma Oakley punta ad un pubblico più ampio.

I Radar Pace sono dotati di sensori in grado di monitorare frequenza cardiaca, distanza, cadenza, velocità e altri parametri vitali dell’atleta durante l’allenamento. I dati vengono sincronizzati con uno smartphone collegato a Radar Pace via Bluetooth, dove l’applicazione Radar Pace App elabora i dati in tempo reale e monitora l’allenamento, risponde alle domande, offre suggerimenti vocali.

Gli utenti ascoltano le informazioni attraverso gli auricolari integrati negli occhiali da sole. Una caratteristica interessante è la possibilità di porre domande attraverso un microfono. Le domande sono trasmesse all’app sullo smartphone, che formula e restituisce una risposta a Radar Pace.

Gli occhiali intelligenti sono il risultato di due anni di collaborazione tra Luxottica, che possiede Oakley, e Intel, che ha sviluppato la tecnologia di base e l’architettura. Nella progettazione, l’obiettivo principale seguito da Intel è stato di rendere praticamente invisibile la tecnologia utilizzata nei Radar Pace.

Sul mercato sono disponibili altri occhiali da sole intelligenti per il fitness. Un concorrente importante è Solos, una sorta di Google Glass per gli atleti. Gli occhiali Solos, utilizzati dai ciclisti degli Stati Uniti nelle recenti Olimpiadi di Rio, hanno un piccolo display che mostra in tempo reale dati come frequenza cardiaca, andatura e distanza.

A differenza di Google Glass e Solos, i Radar Pace non hanno uno schermo. Secondo quanto spiegato da Oakley, il sistema a comando vocale funziona meglio perché le informazioni su uno schermo possono essere fonte di distrazione per gli atleti impegnati nell’attività fisica.

I Radar Pace pesano 56 grammi e hanno un accelerometro, un giroscopio e sensori per misurare la pressione, l’umidità, e la distanza. La batteria dura da quattro a sei ore con una singola carica.

Gli occhiali hanno alcune interessanti funzioni aggiuntive. Possono riprodurre la musica preferita sullo smartphone e rispondere alle chiamate telefoniche. L’app e Radar Pace funziona con dispositivi Android e iOS.

Per Intel, i Radar Pace sono un importante passo avanti nel segmento degli indossabili. Il produttore di chip offre alcuni prodotti indossabili, ma i Radar Pace potrebbe rappresentare l’elemento più importante per l’azienda. Purtroppo per Intel, gli occhiali non utilizzano un chip x86, ma un processore embedded basato su un’architettura che Intel non ha specificato. Questo mette in evidenza il fatto che i chip di Intel non sono utilizzati in molti dispositivi indossabili, in parte perché l’azienda non ha (ancora) i processori giusti nel proprio portafoglio.