Torniamo indietro di 25 anni, al 1991. In quell’anno furono lanciate una serie di nuove tecnologie, alcune delle quali ancora in uso (con le ovvie evoluzioni). In questo viaggio nel tempo incontreremo il debutto pubblico del World Wide Web, l’introduzione di Linux, il lancio commerciale delle batteria al litio, la crittografia PGP, il PowerBook di Apple e altro ancora.

Il primo Internet cafe

Credit:wikipedia

Credit:Wikipedia

Oggi che quasi tutti i bar, ristoranti, centri commerciali offrono accesso a Internet – gratis – è difficile immaginare un’epoca senza connessione. Era il 1991 quando Wayne Gregori aprì l’SFnet Coffeehouse Network e installò 25 terminali in alcuni coffee shop della città San Francisco. Il servizio non era gratuito e le macchine funzionavano a gettoni.

Il debutto di Linux

Credit:wikipedia

Credit:Wikipedia

Linus Torvalds ha rilasciato il primo kernel del sistema operativo Linux il 5 ottobre 1991. Dal giorno successivo, Torvalds iniziò a collaborare con gli sviluppatori volontari che avrebbero reso famoso Linux.

Le prime batterie al litio ricaricabili

Credit:wikipedia

Credit:Wikipedia

Il 1991 è stato l’anno in cui Sony ha iniziato a vendere le batterie ricaricabili agli ioni di litio, che sarebbero diventate onnipresenti nell’elettronica di consumo. Potevano prendere fuoco, un problema che, in una certa misura, ha afflitto la tecnologia fino a oggi.

Arriva il Pretty Good Privacy, insieme a guai legali per il suo creatore

Credit:wikipedia

Credit:Wikipedia

Il software di crittografia PGP (Pretty Good Privacy) è stato sviluppato e distribuito da Phil Zimmermann nel 1991. A metà degli anni ’90, Zimmerman è stato sottoposto a un’indagine penale da parte del Servizio doganale degli Stati Uniti per presunta violazione della legge sul controllo dell’esportazione delle armi (la crittografia era considerata un’arma). Venticinque anni dopo, gli informatici non devono affrontare tali problemi perché le forze dell’ordine e i politici sono arrivati a riconoscere che i benefici di una crittografia forte sono superiori agli eventuali rischi. O, forse, ci stanno arrivando…

Apple lancia il PowerBook

Credit:wikipedia

Credit:Wikipedia

Anche se Apple aveva già prodotto il Mac Portable, il PowerBook – rilasciato in tre versioni nell’ottobre del 1991 – è stato il primo dispositivo degno di essere chiamato “portatile”. Non era economico: costava 2.500 dollari.

Il World Wide Web

Credit:wikipedia

Credit:Wikipedia

Ci sono una miriade di pietre miliari che segnano lo sviluppo di Internet e del World Wide Web: una di queste risale al 6 agosto 1991, quando Tim Berners-Lee pubblicò una sintesi del suo progetto sul newsgroup alt.hypertext. Il World Wide Web fu aperto ai nuovi utenti dopo qualche settimana.

Microsoft abbandona “OS/2”. Arriva “Windows NT”

Credit:Microsoft/Softpedia

Credit:Microsoft/Softpedia

Il 16 maggio del 1991, Bill Gates comunicò ai dipendenti Microsoft che la partnership della società per lo sviluppo di OS/2 era finita. Da un articolo del New York Times: “Riflettendo una separazione sempre più profonda da I.B.M., i dirigenti di Microsoft hanno dichiarato che il nuovo sistema operativo su cui stanno lavorando non si chiamerà OS/2 3.0. Il nuovo sistema operativo si chiamerà Windows NT, che sta per New Technology. E Windows NT non sarà in grado di eseguire programmi scritti per OS/2, come era stato precedentemente stabilito”.

Arriva il Norton AntiVirus

Credit:Technologizer

Credit:Technologizer

Symantec rilasciò il Norton AntiVirus 1.0 nel 1991, un anno dopo aver acquisito la società Peter Norton Computing da Peter Norton. Il prezzo al dettaglio suggerito era di 129 dollari. Nei primi annunci pubblicitari compariva Norton stesso, a braccia conserte, che indossava una mascherina da chirurgo.

Apple lancia QuickTime

Credit:Wikipedia

Credit:Wikipedia

La tecnologia multimediale di Apple debuttò il 2 dicembre 1991. Da Wikipedia: “Il principale sviluppatore di QuickTime, Bruce Leak, fece la prima dimostrazione pubblica nel maggio 1991 alla Worldwide Developers Conference, dove riprodusse il famoso spot pubblicitario 1984 in una finestra con risoluzione di 320×240 pixel”.

Nasce il linguaggio Python

Credit:Flickr/ Ian C

Credit:Flickr/ Ian C

Guido van Rossum, il “benevolo dittatore a vita” di Python, spiega come è iniziato tutto: “Nel dicembre 198 ero alla ricerca di un progetto di programmazione come ‘passatempo’ per tenermi occupato durante il periodo natalizio. Il mio ufficio (un laboratorio di ricerca gestito dal governo ad Amsterdam) sarebbe stato chiuso, ma avevo un computer a casa, e non molto altro in mano. Ho deciso di scrivere un interprete per il nuovo linguaggio di scripting a cui avevo pensato ultimamente: un discendente di ABC che attirasse gli hacker Unix/C. Ho scelto Python come titolo provvisorio per il progetto, essendo in uno stato d’animo un po’ irriverente (e un grande fan del Flying Circus di Monty Python)”.

Debutta Visual Basic 1.0

Credit:Wikipedia

Credit:Wikipedia

Da Max Visual Basic: “Il cuore di Visual Basic è stato costruito sul precedente linguaggio BASIC, un linguaggio di programmazione diffuso negli anni ’80. Alan Cooper aveva sviluppato un’interfaccia drag-and-drop verso la fine degli anni ’80 e Microsoft chiese alla sua azienda, Tripod, di sviluppare il concetto in una form building application. Tripod sviluppò il progetto per Microsoft. Fu chiamato Ruby e non includeva alcun linguaggio di programmazione. Microsoft decise di combinarlo con il linguaggio di programmazione BASIC, creando Visual Basic”.