Il mondo IT è in continua evoluzione. Nuovi strumenti e strategie emergono continuamente per sfidare lo status quo. A volte un chiaro vincitore si lascia dietro approcci e cambiamenti che tutti dimenticano dopo un po’ di tempo, mentre altre volte il cambiamento è più simile a un pendolo che oscilla in un modo prima di tornare indietro.

Anche le operazioni a livello di infrastruttura e sviluppo vano incontro a un cambiamento, ma a un ritmo leggermente più moderato rispetto ad altri settori tecnologici. I team responsabili della cura del codice e del corretto funzionamento dei sistemi sono naturalmente attenti. La sperimentazione e il cambiamento per il bene del cambiamento sono rivolti agli innovatori di alto livello, ma quando un’azienda dipende da tutto ciò che funziona senza intoppi, mantenere l’infrastruttura e le operazioni stabili è più importante rispetto a trovare nuove soluzioni.

Tuttavia, molte nuove strategie e strumenti sono arrivati negli ultimi tempi per trasformare il modo in cui i back office mantengono in funzione server e reti. Alcuni di questi trend, che di seguito abbiamo diviso tra “caldi” e “freddi”, sono guidati da nuove innovazioni, alcuni da pura economia e altre da realtà politiche. Tutto riflette il modo in cui i team sono spinti a fornire maggiore sicurezza e velocità più elevate senza sacrificare la stabilità.

Trend caldo – Multicloud

I vantaggi di spostare il codice fuori dalla sala server e nel cloud sono da tempo riconosciuti. Un pool di macchine noleggiato gestito da qualcun altro è l’ideale per calcoli intermittenti e carichi di lavoro che aumentano e diminuiscono. Ci saranno sempre dubbi sulla fiducia e sulla sicurezza, ma i fornitori di cloud li hanno affrontati attentamente con team dedicati.

Se il cloud è una buona idea, perché non due o tre o più? Il supporto di più cloud può richiedere più lavoro, ma se i vostri sviluppatori sono attenti a scrivere il codice, possono rimuovere il pericolo di lock-in del fornitore. E i vostri contabili apprezzeranno l’opportunità di confrontare il vostro software in più cloud per scoprire i fornitori più economici per ogni carico di lavoro.

Trend freddo – Siti web dinamici

All’inizio il World Wide Web era costituito da file statici. I server web ricevevano un URL e rispondevano con un file uguale per tutti. Questo semplice meccanismo è rapidamente scomparso quando gli sviluppatori hanno capito che potevano personalizzare ciò che gli utenti potevano vedere quando visitavano un determinato URL. Le pagine web non dovevano più essere le stesse per tutti. La personalizzazione è piaciuta agli utenti. Gli inserzionisti hanno apprezzato la flessibilità nel targeting. Alle aziende piacciono le opportunità offerte da una rete dinamica. Sono così arrivati framework anche molto elaborati per aiutare a creare pagine personalizzate per chiunque ne volesse una.

Questo atteggiamento è cambiato di recente, poiché gli sviluppatori e le aziende hanno riconosciuto che, nonostante tutte le opzioni, la maggior parte delle pagine web è praticamente uguale per tutti. Vale la pena creare una logica server intelligente? Perché non inviare semplicemente gli stessi bit a tutti usando tutta la velocità delle reti di distribuzione dei contenuti all’avanguardia. Oggi alcuni dei più recenti strumenti di sviluppo web prendono il vostro sito e lo “pre-distillano” in una cartella di pagine web statiche in modo da poter avere tutta la flessibilità di un sistema dinamico di gestione dei contenuti servito con la velocità dei file statici. I risultati non sono completamente statici, tuttavia, poiché un po’ di JavaScript può riempire buchi o raccogliere alcuni dati personalizzati utilizzando chiamate AJAX.

Trend caldo – Cloud on-premises

Come parte delle loro proposte di vendita, i fornitori di servizi cloud hanno sempre spinto sulla libertà di lasciar andare i vostri dati e il vostro codice. Consegnate tutto a loro e loro se ne prenderanno cura. Sebbene forniscano informazioni sulla posizione geografica in cui è ospitato il vostro codice, non c’è bisogno di sapere cosa stia succedendo con le macchine che noleggiate nel cloud.

Ad alcune aziende, tuttavia, ciò interessa. A loro piace avere i loro dati in fondo al corridoio dove tutti possono fermarsi a vedere i LED e ascoltare il ronzio delle ventole. Sembra più sicuro e alcune aziende devono proteggere i propri dati a un livello superiore rispetto alla maggior parte. La soluzione? Eseguite il software e gli strumenti dell’azienda cloud sui vostri computer in locale. Vi sembrerà così di essere in cloud quando eseguite il provisioning delle istanze, ma potete toccare il tutto con mano. Questo approccio combina la flessibilità delle istanze virtuali del cloud con la sicurezza emotiva di assumere il controllo fisico delle macchine. Inoltre, a volte questo approccio può essere più economico se riuscite a gestire i costi aggiuntivi di installazione e manutenzione dell’hardware.

Trend freddo: IA per tutto e ovunque

Quando il mondo dell’intelligenza artificiale è esploso diversi anni fa, tutti si sono precipitati ad associare l’IA a qualsiasi cosa. Enormi set di dati sono apparsi quando le squadre hanno raccolto ogni bit possibile. Maggiori informazioni significavano maggiori opportunità di formazione e apprendimento per l’IA e ciò avrebbe dovuto produrre risultati più intelligenti e accurati.

Non tutto però è andato come previsto. Alcuni stanno cominciando a vedere la minaccia alla privacy che deriva dalla raccolta dell’enorme quantità di informazioni necessarie per capitalizzare l’IA. Altri temono che i set di dati che vengono accumulati siano irregolari e distorti, aumentando la chiara possibilità che la loro IA imparerebbe solo a fare eco a questo pregiudizio. Altri si sono preoccupati di come l’IA potrebbe diventare troppo potente, controllando troppe parti della catena decisionale. Ora gli sviluppatori di intelligenza artificiale dovrebbero fare di più che non solo rispondere se il lavoro possa essere svolto o meno. Devono valutare i pericoli e ciò sta portando anche alla crescente necessità di “un’intelligenza artificiale spiegabile”.

Trend caldo: Serverless

Per molto tempo gli sviluppatori hanno desiderato il controllo completo sul loro ambiente. Questo perché, se non fossero stati in grado di specificare l’esatta distribuzione e versione, non sarebbero stati in grado di garantire che il loro codice funzionasse correttamente. Troppi hanno imparato sulla propria pelle che le incoerenze possono essere fatali. Quindi volevano l’accesso root a una macchina che controllavano.

Tutte quelle copie degli stessi file possono far funzionare tutto senza intoppi, ma è un processo inefficiente e dispendioso. Nuovi strumenti serverless spremono tutto il grasso fuori dal sistema. Ora gli sviluppatori possono preoccuparsi solo di scrivere su una semplice interfaccia che caricherà il loro codice solo quando necessario. È una manna dal cielo per i lavori che vengono eseguiti occasionalmente, che si tratti di elaborazione in background o di un sito web che non ha molto traffico.

Trend caldo: Green IA

Negli ultimi anni, quando si è trattato di machine learning e intelligenza artificiale, più confronti, più calcoli e più dati si avevano a disposizione, meglio era. Se volevate sfruttare al meglio l’intelligenza artificiale, fare le cose in grande era la strada verso risultati migliori.

Il calcolo computazionale, tuttavia, richiede elettricità e molte aziende stanno iniziando a chiedersi se sia davvero necessario un grande algoritmo con una grande impronta di carbonio. Ciò sta spingendo gli sviluppatori di IA a verificare se possono restituire risultati quasi altrettanto buoni (o almeno abbastanza buoni) senza far girare il contatore elettrico (e i relativi costi di cloud o on-premises) a livelli astronomici.

Trend caldo: Automator

In passato era necessario scrivere del codice per eseguire qualsiasi operazione. Nuovi strumenti con nomi come “automazione dei processi robotici” stanno cambiando questa dinamica. Non ci sono droidi come C3PO, tuttavia, ma solo routine amplificate di manipolazione dei dati. Ora i non programmatori esperti possono ottenere molto usando strumenti che rimuovono la maggior parte degli spigoli dal processo di sviluppo. Chiunque sia in grado di gestire l’aggiunta di una colonna su un foglio di calcolo può produrre alcuni risultati piuttosto elaborati e interattivi con pochi clic.