3 modi per creare team remoti più efficaci e produttivi

Costruire la fiducia all'interno di team remoti e ibridi è fondamentale per le aziende e ci sono soprattutto tre soluzioni tecniche che possono aiutare a realizzare questo obiettivo.

team remoti

Mentre alcune aziende stanno tentando di far tornare i loro dipendenti in ufficio, milioni continueranno a lavorare da casa. Ciò significa che i professionisti aziendali stanno cercando di creare fiducia nei team remoti con lo scopo di mantenerne salde la produttività e la salute psicofisica. Abbiamo già parlato di alcuni approcci per aiutare le aziende a promuovere il lavoro da remoto, ma è anche necessario coltivare la fiducia per creare team remoti efficaci.

Soluzioni digitali per la sfida del lavoro da remoto

Le tecnologie digitali stanno migliorando le prestazioni ma anche aumentando il rischio di burnout poiché i dipendenti lavorano più ore a casa. “La definizione accurata delle aspettative e la trasparenza dei dati sono fondamentali per creare fiducia reciproca e guidare team remoti di successo”, ha scritto Laurence Goasduff di Gartner. “I datori di lavoro che ottengono questo diritto avranno una forza lavoro più impegnata, una maggiore fidelizzazione dei dipendenti e una migliore capacità di attrarre i migliori talenti”, gli fa eco l’analista di Gartner Brian Kropp.

Ecco tre approcci che potrebbero aiutare le aziende a creare fiducia all’interno dei team remoti.

Scelta dell’hardware affidata ai dipendenti

Webinar Cloud Ibrido Azure Stack HCI

Webinar 23/06: accendi il potere dell'ibrido

Scopri come con Fujitsu PRIMEFLEX per Microsoft Azure HCI puoi creare facilmente un cloud ibrido su infrastruttura iperconvergente, gestibile con gli strumenti di amministrazione di Windows REGISTRATI ORA >>

Consentire ai dipendenti di scegliere il proprio hardware può aiutare a rafforzare il loro coinvolgimento. Il CIO di IBM Fletcher Previn ha fatto numerose affermazioni in merito ai programmi di scelta dei dipendenti nel corso degli anni, sostenendo ad esempio che gli utenti Mac hanno il 17% di probabilità in meno di lasciare l’azienda e che ottengono risultati migliori.

“Non so se i dipendenti migliori vogliono i Mac, o dare i Mac ai dipendenti li renda migliori, ma sembra che ci siano molte prove a sostegno del fatto che convenga avere un programma di scelta”, affermava Previn nel 2019. Numerose statistiche suggeriscono che i programmi di scelta dei dipendenti aiutino ad aumentarne il coinvolgimento. Secondo un sondaggio Jamf del 2019, ad esempio, il 97% degli utenti Mac afferma di sentirsi più produttivo quando passa da Windows a macOS.

Questo non vuol dire che le soluzioni Apple siano gli strumenti giusti per ogni dipendente o che tutti vogliano utilizzarle, ma suggerisce che l’opportunità di utilizzare queste soluzioni può contribuire a rafforzare il coinvolgimento dei dipendenti. Sappiamo anche che molte aziende si stanno già tuffando nell’ambiente hardware e software di Apple mentre la pandemia continua.

Utilizzare le app per supportare la supervisione digitale

Trello, Slack e le app di gestione dei progetti come Omni Plan, Merlin, MeisterTask e altre non forniscono solo informazioni utili sugli obiettivi aziendali, ma possono anche aiutare a creare trasparenza all’interno del processo di gestione.

I singoli membri del team e i team stessi possono trarre vantaggio dall’accesso alle proprie informazioni sulle prestazioni. Usate app come queste per includere i vostri team all’interno di una visione del progetto basata sugli obiettivi. In questo modo, i vostri team hanno visibilità sulla loro posizione generale all’interno di un progetto e diventano dati utili con cui guidare le decisioni future. In alternativa, potreste considerare strumenti come Factorial, Employment Hero, Zoho e altri, sebbene molti di questi siano, in senso stretto, soluzioni HR.

C’è stato qualche interesse verso il monitoraggio delle prestazioni altamente invasivo, ma le ricerche suggeriscono che questi strumenti sono controproducenti. Tale approccio infatti non solo aumenta lo stress, ma riduce la fiducia, la creatività e la motivazione e può effettivamente danneggiare la qualità del lavoro prodotto, secondo il report New Future of Work di Microsoft. Per costruire un’esperienza positiva per i dipendenti, le informazioni sulle prestazioni dovrebbero essere raccolte su base macro, non su base micro.

lavoro da remoto

Introdurre comunicazioni fuori dagli schemi

Le riunioni di gruppo e individuali sulle prestazioni non sono sempre sufficienti; a volte infatti è richiesto un contatto informale. A tal fine, alcune aziende organizzano videochiamate one-to-one tra tutti i livelli di gestione e personale per aiutare ad abbattere le classiche gerarchie aziendali e aumentare la connessione diretta.

Molti manager sono ansiosi di costruire legami con i dipendenti non solo per promuovere la produttività, ma anche per creare spazi digitali di supporto all’interno dei quali i team possono condividere le sfide e chiedere aiuto con il lavoro e in caso di stress personale.

Dopotutto il contatto umano è importante per il benessere. Sappiamo che i problemi di salute mentale e le sensazioni di isolamento sono diventati endemici durante la pandemia; quindi anche azioni forse banali o prosaiche come mandare pizze ai membri del team e organizzare incontri virtuali di svago con Houseparty possono risollevare il morale e consentire migliori connessioni personali.

Sappiamo anche che i team che condividono esperienze traumatiche, come l’attuale pandemia, possono finire per diventare più strettamente connessi, ma affinché ciò avvenga è essenziale incoraggiarli a utilizzare gli strumenti di collaborazione digitale in modo sociale.

Orange Business Services, ad esempio, consente al personale di utilizzare gli strumenti di collaborazione aziendale che fornisce per il contatto sociale, non solo per il lavoro. È importante coltivare una cultura basata sugli obiettivi di fiducia e supporto reciproco, mantenendo una connessione aperta all’interno di team flessibili e agili.

Ci sono molte cose a cui pensare oggi e, sebbene ci aspettino le maggiori sfide insite nel passaggio a luoghi di lavoro ibridi ci aspettano, è utile considerare che le piattaforme di Apple giocheranno un ruolo fondamentale nell’azienda ibrida emergente.

Tuttavia, quando anche le attività torneranno alla normalità, molte aziende cercheranno di sfruttare l’opportunità del lavoro a distanza per ridurre i costi operativi complessivi. Per le aziende che faticano a gestire pesanti perdite finanziarie a causa della pandemia, la riduzione dei costi di affitto degli immobili può fornire un’ancora di salvezza e ciò suggerisce che, nonostante alcune resistenze, il lavoro da remoto rimarrà una pratica molto utilizzata anche nel post-pandemia.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

AUTOREJonny Evans
Jonny Evans
Collaboratore di Computerworld.com Jonny è un freelance che scrive di tecnologia dal 1999, in particolare riguardo a Apple e la digital transformation. Cura su Computerworld.com il blog Apple Holic, con post a volte interessanti e a volte provocatori su tutto quel che succede a Cupertino. Le traduzioni dei suoi articoli appaiono su Computerworld in virtù dell'accordo di licenza con l'editore americano IDG Communications. Lo potete trovare su Twitter come @jonnyevans_cw