McKinsey

McKinsey ha pubblicato un nuovo report sull’efficacia della partnership tra l’IT e il business. Come prevedibile, le organizzazioni IT che riescono a collaborare attivamente con i manager aziendali ottengono risultati migliori secondo diversi parametri, tra i quali una migliore erogazione dei servizi di base.

La società di consulenza ha intervistato 709 manager – 422 appartenenti all’ambito IT e 287 dirigenti di livello C che rappresentano altre aree – nel mese di ottobre 2015.

I risultati suggeriscono che la pressione sull’IT aumenterà con la crescita dei servizi di terze parti (come cloud e infrastrutture as a service) e della digitalizzazione”, afferma l’indagine. “Le aziende in cui l’IT svolge un ruolo di partner sono più avanti sia nell’attuazione di iniziative digitali che nel raggiungimento di un impatto sul business”.

Quando l’IT collabora con il business, “i benefici sono di ampia – e sorprendente – portata”.

McKinsey ha esaminato 14 dimensioni specifiche delle performance dell’IT, arrivando alla conclusione che l’approccio collaborativo ha un impatto positive sull’efficacia di ciascuna di esse. L’ostacolo principale alla collaborazione, secondo i dirigenti IT è la debolezza del modello operativo (ovvero come è strutturata complessivamente la funzione dell’IT), seguita da una mancanza di chiarezza su ruolo e priorità dell’IT.

I risultati del sondaggio e le considerazioni di McKinsey possono essere consultati qui.

AUTOREComputerworld staff
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI