Le 8 tendenze che caratterizzeranno la supply chain nel 2020

Gartner ha identificato le 8 principali tendenze tecnologiche che caratterizzeranno la supply chain nel corso del 2020 e che avranno un elevato potenziale di impatto positivo su persone, prestazioni e settori.

supply chain

Gartner, in un recente report, ha identificato le 8 principali tendenze tecnologiche che caratterizzeranno la supply chain nel corso del 2020 e che avranno un elevato potenziale di impatto positivo su persone, prestazioni e settori.

“La stragrande maggioranza delle organizzazioni ha un approccio cauto nell’adottare le applicazioni e le tecnologie di supply chain” ha affermato Christian Titze, vicepresidente analista presso la Gartner Supply Chain Practice. “Solo il 21% di esse in fatti è disposto a prendere in considerazione e ad adottare tecnologie in fase iniziale. Tuttavia, anche i leader più cauti devono tenere una mente aperta e abbracciare il cambiamento perpetuo a lungo termine.”

Le principali tendenze tecnologiche della catena di approvvigionamento nel 2020 sono:

Iperautomazione

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

L’iperautomazione è un framework per mescolare e abbinare una vasta gamma di tecnologie nel miglior modo possibile, come piattaforme legacy storiche con strumenti recentemente implementati e investimenti pianificati. Il termine significa cose diverse per organizzazioni diverse, quindi i leader supply chain devono prima trovare la loro definizione individuale. Se distribuita correttamente, l’iperautomazione permette di potenziare la collaborazione tra aziende e superare la separazione delle funzioni.

Digital Supply Chain Twin (DSCT)

Una DSCT è una rappresentazione digitale della supply chain fisica. Deriva da tutti i dati rilevanti lungo la catena di approvvigionamento e il suo ambiente operativo. Ciò rende la DSCT la base per tutte le decisioni locali e end-to-end. “Le DSCT fanno parte del tema digitale che descrive una fusione sempre crescente del mondo digitale e fisico”, ha aggiunto Titze. “Il collegamento di entrambi i mondi migliora la consapevolezza della situazione e supporta il processo decisionale.”

Intelligenza continua

L’intelligenza continua (Continuous Intelligence o CI) è una delle maggiori opportunità per i leader della supply chain di accelerare la trasformazione digitale delle loro organizzazioni. Sfrutta la capacità di un computer di elaborare i dati a un ritmo molto più veloce di quanto le persone possano fare. I leader della catena di approvvigionamento o di altri sistemi possono guardare i dati elaborati quasi in tempo reale, capire cosa sta succedendo e agire immediatamente.

“Esistono già diversi casi d’uso per CI nel supporto decisionale e nell’automazione delle decisioni. Ad esempio, i rivenditori utilizzano CI per reagire automaticamente ai comportamenti dei clienti quando effettuano acquisti online. Ciò consente un servizio clienti migliore, una maggiore soddisfazione del cliente e offerte su misura che portano a maggiori ricavi di vendita”, ha spiegato Titze.

supply chain

Governance e sicurezza della catena logistica

Si tratta di una tendenza macro sempre più importante, poiché gli eventi di rischio globali sono in aumento e le violazioni della sicurezza incidono sulle aziende sia a livello digitale che fisico. “Gartner prevede che emergano nuove ondate di soluzioni per la sicurezza e la governance della catena logistica, in particolare nei settori della privacy e della sicurezza informatica e dei dati”, ha dichiarato Titze. “Pensate a soluzioni track-and-trace avanzate, packaging intelligente e funzionalità RFID e NFC di nuova generazione.”

Edge Computing e Analytics

L’ascesa dell’edge computing, dove i dati vengono elaborati e analizzati vicino al loro punto di raccolta, coincide con la proliferazione dei dispositivi Internet of Things (IoT). È la tecnologia di cui avete bisogno quando sono richiesti un’elaborazione a bassa latenza e un processo decisionale automatizzato in tempo reale.

L’edge computing si sta facendo strada nel settore manifatturiero. Ad esempio, alcune organizzazioni hanno adottato carrelli elevatori senza conducente per i loro magazzini. I venditori di attrezzature pesanti possono inoltre utilizzare l’edge computing per analizzare quando una parte necessita di manutenzione o sostituzione.

Intelligenza artificiale (AI)

L’intelligenza artificiale nella catena di approvvigionamento consiste in una serie di opzioni tecnologiche che aiutano le aziende a comprendere contenuti complessi, a dialogare in modo naturale con le persone, a migliorare le prestazioni umane e ad assumere compiti di routine. “La tecnologia AI è presente in molte soluzioni già esistenti, ma le sue capacità si evolvono su base costante”, ha aggiunto Titze. “Attualmente, la tecnologia aiuta principalmente a risolvere le sfide di lunga data relative al silos e alla governance dei dati. Le sue capacità consentono una maggiore visibilità e integrazione tra le reti di parti interessate precedentemente remote o disparate.”

Reti 5G

Rispetto ai suoi predecessori, il 5G rappresenta un enorme passo avanti in termini di velocità dei dati e capacità di elaborazione. La natura onnipresente del 5G aumenta il suo potenziale per le catene di approvvigionamento. Ad esempio, l’esecuzione di una rete 5G in una fabbrica può ridurre al minimo la latenza e migliorare la visibilità in tempo reale e le funzionalità IoT.

Esperienza immersiva

La tecnologia ad esperienza immersiva, come la realtà virtuale, aumentata e mista, ha il potenziale per influenzare radicalmente la traiettoria della gestione della supply chain. Quei nuovi modelli di interazione amplificano le capacità umane. “Le aziende vedono già i vantaggi di esperienze immersive in casi d’uso come l’inserimento di nuovi lavoratori in fabbrica attraverso una formazione immersiva sul posto di lavoro in un ambiente virtuale realistico e sicuro”, conclude Titze.