Tecnologia smart sempre più fondamentale per la trasformazione digitale

Uno studio di SAP dimostra come le tecnologie intelligenti siano sempre più fondamentali per supportare la trasformazione digitale in azienda.

trasformazione digitale

SAP ha annunciato i risultati di uno studio commissionato alla società di analisi Forrester Consulting che evidenzia come le tecnologie intelligenti siano considerate fondamentali per supportare la trasformazione digitale in azienda.

Nell’indagine di Forrester condotta su oltre 740 intervistati il 93% delle aziende concorda sul fatto che le tecnologie innovative sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi di digital transformation. Per poter partecipare a questo studio, le aziende dovevano soddisfare due criteri importanti: essere attive nel processo di digital transformation e, in secondo luogo, aver implementato almeno due tecnologie innovative tra machine learning, Internet of Things (IoT), Intelligenza Artificiale (IA), blockchain e realtà aumentata o virtuale.

Lo studio ha rilevato che, poiché le imprese cercano soprattutto di ottenere maggiori vantaggi competitivi, stanno dando priorità alle tecnologie innovative. Queste aziende stanno implementando o hanno già adottato tecnologie che guidano processi di digital transformation:

  • IoT: 92%
  • AI: 78%
  • Machine Learning: 77%
  • Realtà aumentata/realtà virtuale: 70%
  • Blockchain: 68%

La trasformazione digitale riveste sempre più importanza per le imprese. In questo ambito lo studio ha rilevato che le organizzazioni stanno ottimizzando i processi esistenti per migliorare l’efficienza, o estendendoli per generare nuovo valore e trasformare i modelli di business per ottenere flussi di revenue alternativi a quelli tradizionali. Secondo lo studio, il 92% delle aziende ha mostrato un elevato interesse per le piattaforme che possono unificare i dati raccolti e che permettono di utilizzarli in tutte le tecnologie intelligenti e i processi di business.

Sulla base dell’analisi risulta inoltre che i settori si sono focalizzati su priorità diverse e sfruttano più tecnologie intelligenti, in base ai loro differenti livelli di maturità digitale e agli obiettivi specifici di business. Ad esempio, la maggior parte delle imprese che operano nella produzione discreta privilegia l’implementazione o l’ampliamento di soluzioni per la manutenzione predittiva. Le aziende retailer si concentrano principalmente sull’utilizzo di Big Data e analytics predittivi per prendere decisioni sull’assortimento, mentre le utility stanno utilizzando software per la Digital Boardroom per permettere agli executive di comprendere la capacità della rete o i suoi livelli di efficienza in tempo reale.

“Le imprese intelligenti vincono nell’era digitale. Un intelligent enterprise è una realtà che connette persone, processi, dati e tecnologie come mezzo per accelerare la trasformazione digitale, fare di più con meno, migliorare il coinvolgimento dei clienti e trovare nuovi flussi di revenue”, conclude lo studio.