Le migliori pratiche di produttività durante la pandemia

Tra virtualizzazione e trasformazione digitale, ci sono pratiche di produttività grazie alle quali le aziende e le scuole possono non solo adattarsi alla nuova normalità causata dalla pandemia, ma addirittura prosperare.

pratiche di produttività

Nelle ultime due settimane ho parlato con persone di quattro multinazionali con cui lavoro che hanno visto aumentare la produttività e le entrate durante la pandemia e che sono stati sorprendentemente coerenti sul motivo per cui hanno beneficiato di questa nuova normalità. Ho anche seguito alcune delle scuole che hanno fatto altrettanto e, aspetto interessante, per una volta l’istruzione sembra essere in anticipo rispetto a molti altri settori grazie al suo uso più aggressivo della tecnologia.

Trasformazione digitale

Le aziende e le scuole che sono riuscite a fare bene durante e dopo il lockdown causato dal coronavirus primaverile sono state quelle che stavano già percorrendo la strada verso la trasformazione digitale. Come ci si aspetterebbe, è stato più facile per loro spostare molti aspetti amministrativi off-premise e supportare un numero enorme di dipendenti fuori sede. Se in primo luogo si elimina la necessità che le persone facciano le cose in ufficio, di persona, il luogo in cui risiedono queste persone avrà un impatto minore sulle operazioni. Più le aziende hanno adottato strumenti di amministrazione, sicurezza e manutenzione aggiornati, migliore e più veloce si è rivelato il passaggio al lavoro da casa.

Quelle stesse aziende sono state in grado di vedere i vantaggi del trasferimento più rapidamente e ciò anche perché questi strumenti più avanzati forniscono un feedback più granulare, in modo che l’azienda possa apportare le modifiche necessarie per adattarsi in modo efficiente a questa nuova normalità.

Risorse umane potenziate

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

In tutti i casi, le risorse umane di queste aziende avevano già abbandonato il proprio ruolo di conformità per assumerne uno molto più strategico. Due dei problemi significativi erano l’attenzione verso questi dipendenti remoti e la capacità della dirigenza aziendale di gestire coloro che avevano bisogno di maggiore supervisione o maggiore motivazione. Le risorse umane, già impegnate come organizzazione di supporto, sono potute intervenire strategicamente per aiutare a portare i processi di gestione alla nuova normalità.

Il risultato è che queste aziende hanno avuto meno tempi di inattività, meno assenze non pianificate e una maggiore collaborazione e produttività rispetto alle aziende in cui le risorse umane sono rimaste bloccate nella loro abituale “modalità di conformità”.

Virtualizzazione proprietaria

È interessante notare che parte del motivo per cui le prestazioni sono aumentate è che i manager sono passati a un coinvolgimento molto più elevato con i propri dipendenti e si sono concentrati maggiormente sul loro sviluppo. Questo suggerisce che, indipendentemente dal fatto che i dipendenti siano in ufficio o a casa, trarrebbero un vantaggio significativo da questo cambiamento e, su tale versante, la pandemia ha determinato un cambiamento che probabilmente avrebbe dovuto già verificarsi.

Virtualizzazione

La virtualizzazione è l’aspetto per cui le aziende e le scuole di successo differivano. Molte delle scuole avevano già, prima della pandemia, un numero significativo di studenti che studiavano da casa a causa di disabilità o problemi di salute. I più avanzati utilizzavano una soluzione desktop virtualizzata per controllare e gestire al meglio l’esperienza di apprendimento remoto.

Queste scuole avevano solo bisogno di aumentare tale pratiche dopo la loro chiusura e hanno avuto più successo nel passare al lavoro scolastico a distanza (e nel mantenere gli insegnanti concentrati sulla classe anziché sul supporto tecnico). Le scuole non hanno le risorse di cui godono la maggior parte delle aziende, quindi questa capacità di orientarsi verso quella che rimane una tecnologia a costi molto bassi è stata fondamentale per la loro capacità di approcciarsi efficacemente al cambiamento.

Nonostante ciò rimangono problemi di connettività e larghezza di banda, in gran parte a causa del caos dell’hardware consumer che ha creato problemi di gestione significativi per la maggior parte delle scuole. Bisogna poi aggiungere che la maggior parte delle aziende che si sono precipitate verso pratiche BYOD per i loro dipendenti sembra ora essere tornata a hardware desktop standard di stampo enterprise, anche perché la diversità nell’hardware non è mai una buona cosa per i costi di supporto, sia a scuola, sia in ufficio.

Alla fine, questa situazione ha mostrato, forse meglio di qualsiasi altro esempio, perché la trasformazione digitale sia essenziale. È fondamentale per l’agilità e, in un mondo che cambia, l’agilità può fare la differenza tra sopravvivenza e fallimento. Ed è affascinante il fatto che l’istruzione sia passata in modo più aggressivo alla virtualizzazione desktop rispetto a quanto non abbiano fatto le aziende, anche se, visti i vantaggi della virtualizzazione (anche a livello di costi e del poco supporto necessario), probabilmente non dovremmo esserne stupiti.