2021: una guida su ciò che potrà accadere nella tecnologia

Guardare al futuro in un'epoca di pandemia? Perché no? Tra intelligenza artificiale, multicloud, trasformazione digitale e nuove regole del lavoro, c’è molto di cui parlare su quanto ci aspetta nel mondo tecnologico del 2021.

tecnologia

Il 2020 è stato un anno fantastico per tutti, a patto che per “tutti” intendiamo gli azionisti di Zoom, Jeff Bezos e Joe Biden. Certo, poi bisogna mettere in conto anche una certa pandemia che ha chiuso le aziende provocando un’enorme disruption a livello IT, ma visto che la speranza è l’ultima a morire e che (speriamo) un anno peggiore del 2020 non si vedrà ancora per molto, ecco alcuni trend che potrebbero caratterizzare il prossimo anno nel mondo della tecnologia.

Trasformazione ovunque

Il 2021 sarà un anno in cui le aziende intelligenti innoveranno per uscire dalle difficoltà. Hanno già accelerato la trasformazione digitale e dovrebbero raddoppiare nel 2021 perché non esistono alternative praticabili. Quindi, nuove app, portali, supply chain, canali per il mercato e oltre, perché se pensate che il cambiamento sia difficile, la bancarotta è 10 volte peggiore.

Intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale seduce le aziende grandi e piccole ormai da anni, ma il 2021 è il momento giusto per il suo ingresso nel mainstream. L’ecosistema è stato costruito e ora è il momento di darci dentro con casi di studio, best practice e conoscenze su come evitare ciò che è accaduto a coloro che sono entrati troppo presto in questo calderone e hanno combinato ben poco.

Il benessere è reale

adv

La salute mentale è una parte fondamentale del nostro funzionamento come esseri umani prima e lavoratori dopo. Molte aziende, durante i lockdown, hanno fornito app e strumenti che hanno aiutato i loro dipendenti a rimanere positivi e felici nonostante la situazione difficile. E questa tendenza verso la salute mentale dei dipendenti è un trend che non potrà che continuare (e forse rafforzarsi) nel corso del prossimo anno.

innovazione su scala

Gestione multi-cloud

Forse la più grande opportunità tecnologica oggi disponibile per i CIO è mettere in ordine la vasta gamma di modelli di implementazione. La capacità di gestire l’azienda in locale, in cloud privati, cloud pubblici e strutture co-lo deve diventare una realtà sempre più diffusa. Idealmente, nel 2021 dovremo essere in grado di cambiare carico di lavoro anche con un semplice tocco (software).

Schrems II

Vi manca il mal di testa pulsante che accompagna un’altra modifica della legge sulla protezione dei dati? Avete provato un senso di perdita durante i giorni di Sarbanes-Oxley e/o GDPR? Non temete, ci sono molti movimenti complessi e opachi e implicazioni IT nel caso della sentenza Schrems II e quindi anche nel 2021 potete dormire sonni tranquilli.

Un rimbalzo dell’on-premise

Se e quando avremo una pausa post-pandemia nel 2021, non sorprendetevi se alcune delle app cloud verranno spostate sui server aziendali. Sicurezza, governance e incapacità di gestire nuovi vettori di minacce significano che alcune aziende garantiranno il ritorno al vecchio ordine.

Nuove regole per il lavoro a distanza

Non possiamo tornare a lavorare come prima della pandemia senza alcune strutture e linee guida ed è probabile che molti di noi lavoreranno da casa: così sia, ma conserviamo gli uffici come luoghi di inventiva e cameratismo. Per farlo, abbiamo bisogno di regole e controlli su chi lavora, dove, quando e come. Inoltre, aspettatevi che le aziende innovative offrano più strumenti per portare a termine il lavoro tra stampanti, strumenti di sicurezza, capacità di larghezza di banda affidabile e mobili ergonomici.

Operazioni di fusione e acquisizione

Molte piccole aziende tecnologiche sono state danneggiate dal Covid e, allo stesso tempo, molte grandi aziende sono cresciute in mezzo al fallimento. Aspettiamoci quindi un 2021 segnato da un gran numero di fusioni e acquisizioni aziendali.

Non tutto cambierà

E, come è tradizione, che dire di alcune tendenze che non cambieranno nemmeno il prossimo anno? Il 5G è una tecnologia utile e disruptive e porterà a cambiamenti enormi, ma non c’è bisogno di affrettarsi. Idem per le auto a guida autonoma. Inoltre, non aspettatevi grandi cambiamenti sulla libertà di parola sui social network.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!