10 punti chiave per i CIO emersi dal Microsoft Ignite 2021

Microsoft ha dato il via alla sua conferenza clienti Ignite del 2021 il 2 marzo con diverse novità per Teams, cloud, sviluppo, machine learning, collaborazione e realtà mista.

erp

Microsoft ha dato il via alla sua conferenza clienti Ignite del 2021 il 2 marzo con alcune dimostrazioni di Mesh, un ambiente di lavoro in realtà mista accessibile a chiunque abbia un visore Hololens 2 e una connessione Internet ad alta velocità. Ignite ha comunque visto molte altre attività tra Microsoft Azure, Teams e Power Platform che hanno più probabilità di aiutare la maggior parte dei CIO a fornire strumenti di elaborazione, collaborazione e codifica a una forza lavoro ancora socialmente isolata e sempre più socialmente divisa a seguito della pandemia.

Ecco 10 punti chiave di Ignite per i CIO che hanno attirato maggiormente la nostra attenzione.

Ricerca semantica come servizio

In aggiunta alle sue API di ricerca cognitiva di Azure, la ricerca semantica promette di fornire risultati basati sull’intento dell’utente piuttosto che sulle parole chiave utilizzate, grazie a un modello in linguaggio naturale creato da Microsoft. Modelli come questo saranno estremamente preziosi, ma anche estremamente dispendiosi in termini di risorse, ha affermato Nick McQuire, capo della ricerca aziendale presso la società di analisi CCS Insight.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

“Molte aziende non saranno in grado di costruirlo da sole”, afferma, “e quindi è importante che Microsoft offra agli sviluppatori la ricerca semantica come servizio da integrare nelle proprie applicazioni. Microsoft offre inoltre alle aziende un nuovo connettore per consentire ad Azure Cognitive Search di acquisire ed esplorare il proprio contenuto di SharePoint”.

Estrazione delle singole voci

Anche altre API per sviluppatori di Azure stanno ricevendo aggiornamenti. Form Recognizer 2.1 può già trovare i dati nelle ricevute scansionate per elaborare le spese. Dal 15 marzo acquisirà inoltre la capacità di estrarre singole voci dalle fatture, semplificando l’elaborazione dei pagamenti. Form Recognizer ha anche imparato a estrarre nomi, date di scadenza e numeri di documenti da patenti di guida e passaporti statunitensi da tutto il mondo: un vantaggio non da poco per l’imbarco dei clienti o per il controllo dei confini.

Elaborazione mission-critical nel cloud

Azure fornisce ulteriore supporto per i carichi di lavoro mission-critical nel cloud, aggiungendo la possibilità di effettuare prenotazioni su richiesta con garanzie del contratto di servizio (SLA), rendendo i set di scalabilità più flessibili in modo che le applicazioni continuino a funzionare con un carico maggiore e aggiungendo nuove VM che supporteranno carichi di lavoro a uso intensivo di memoria, anche in ambienti Azure Dedicated Host a tenant singolo.

Machine learning dove volete

Quando si tratta di addestrare o eseguire modelli di machine learning, gli hyperscaler come Microsoft hanno tradizionalmente offerto ai CIO una risposta: fatelo nel nostro cloud. Ora, però, con il suo piano di controllo del cloud ibrido, Azure Arc, Microsoft offre alle aziende un modo per eseguire carichi di lavoro ML on premise, in un ambiente multicloud o ai margini della rete.

“Con la novità di Arc e delle integrazioni con Azure ML, Microsoft sta dicendo che potete utilizzare la vostra infrastruttura esistente”, ha affermato McQuire di CCS. All’altra estremità della scala del machine learning c’è anche Azure Percept, un set di modelli di intelligenza artificiale predefiniti, strumenti di sviluppo e hardware di riferimento per la creazione di sistemi di intelligenza artificiale a basso consumo connessi al cloud con telecamere e funzionalità audio sul perimetro della rete. Si basa su un modello di sicurezza Zero Trust e offre provisioning Wi-Fi zero-touch.

azure

Cloud verticali

I cloud di settore di Microsoft offrono strumenti di automazione e analisi su misura per specifici mercati verticali, inizialmente telecomunicazioni, retail e sanità. Microsoft ha ampliato il set di funzionalità cloud per la sanità e la copertura linguistica e ha introdotto tre nuovi cloud di settore per servizi finanziari, produzione e organizzazioni non profit. Se operate in uno di questi settori, potreste scoprire che Microsoft ha già svolto per voi parte del lavoro di sviluppo.

Teams ottiene più connessioni…

Il CEO di Microsoft Satya Nadella spera chiaramente che i CIO prestino maggiore attenzione al modo in cui Teams viene utilizzato nelle loro organizzazioni, affermando che la società lo sta costruendo come “un livello organizzativo per tutti i modi in cui lavoriamo”.

Una nuova funzionalità, Teams Connect, consentirà presto alle aziende di creare e gestire canali condivisi con clienti, fornitori e altri partner in cui possono co-creare documenti e collaborare nelle app. Ci sarà anche un ruolo più ampio per Microsoft Viva; oltre a fornire Internet aziendale e funzioni di formazione, offrirà agli utenti di Teams le stesse informazioni sul benessere e sulla produttività familiari agli utenti di Outlook e, a un costo aggiuntivo, Viva Topics renderà documenti e competenze più facilmente ricercabili in tutta l’azienda dall’interno di Teams.

… migliori controlli di sicurezza

Entro la metà dell’anno, le aziende saranno anche in grado di controllare in quale data center Microsoft archivia i documenti condivisi gruppo per gruppo o anche per singoli utenti tramite Teams, che diventa così più utile in alcuni settori regolamentati o dove ci sono preoccupazioni sulla sicurezza dei dati. Questi controlli rispecchieranno quelli disponibili per Exchange e SharePoint.

… e nuovi strumenti di presentazione

Microsoft aggiungerà nuove opzioni per incorporare presentazioni di PowerPoint direttamente in Teams, in cui i partecipanti alla riunione possono scorrere avanti e indietro attraverso una presentazione di diapositive al proprio ritmo. I relatori avranno nuove opzioni per posizionare la propria immagine video davanti o accanto alle slide e per posizionare la galleria dei partecipanti alla riunione nella parte superiore dello schermo, proprio sotto la videocamera, per migliorare il contatto visivo.

Ancora un’altra piattaforma di sviluppo a basso codice

Come se non esistessero già abbastanza piattaforme di sviluppo low-code, Microsoft sta aggiungendo la sua interpretazione del genere. Power Fx viene utilizzato per creare app canvas in Microsoft Power Apps ed è destinato a diventare il linguaggio in Power Platform. Microsoft ha affermato che gli utenti di Excel saranno in grado di attingere alle loro conoscenze esistenti per sviluppare app con grande semplicità.

Realtà mista di Microsoft Mesh e Azure

Le dimostrazioni di Microsoft Mesh, un ambiente collaborativo di realtà mista, sono state decisamente accattivanti, dalla scena sottomarina creata in collaborazione con il pubblico al finale del Cirque-du-Soleil. Anche se lungo il percorso si sono avuti scorci di un paio di applicazioni industriali create utilizzando componenti sottostanti di Mesh, Azure Remote Rendering e Azure Object Anchors, ai CIO sono rimaste molte domande su come avrebbero effettivamente utilizzato Mesh nelle loro organizzazioni.

Tra queste, ha affermato McQuire, “ci si è chiesto in che modo Mesh aiuterà le aziende a migliorare la propria produttività e come funzioneranno le licenze e i costi”. I CIO hanno anche indicato la larghezza di banda come potenziale problema. Il video HD bidirezionale su Hololens è affamato di larghezza di banda: la documentazione di Microsoft per Dynamics 365 Remote Assist Hololens, la sua soluzione “holopresence” esistente, dice che “anche 4-5 Mbps up/down non garantiscono videochiamate 1080p a piena qualità”.

Ciò renderà la vita difficile a molti utenti remoti che si connettono tramite DSL e richiederà una copertura wireless sofisticata in spazi di lavoro affollati, se mai dovessimo tornarci. Mentre l’obiettivo di Microsoft è di fornire l’impressione che i colleghi lontani siano virtualmente presenti, i primi utenti Mesh dovranno lavorare insieme agli avatar dei loro colleghi forniti da AltspaceVR come un modo per limitare le esigenze di elaborazione insite nella realtà mista.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!