Microsoft ha pubblicato venerdì una lista di più di 100 PC Windows 7 basati su Skylake e prodotti da Dell, HP, Lenovo e NEC. La mossa fa parte del piano delineato da Microsoft la scorsa settimana per spingere i clienti ad adottare Windows 10 attraverso un elenco di moderni PC che possono essere configurati sia con Windows 7 che con Windows 8.1.

Ma c’è un problema: il supporto del sistema operativo per i nuovi sistemi terminerà il 17 luglio 2017, quando dovrà essere fatta la migrazione a Windows 10. Nel frattempo, chi acquista PC con architetture di ultima generazione, come per esempio i chip Intel Broadwell, avrà un vantaggio: supporto fino al 2020 per Windows 7 e fino al 2023 per Windows 8.1.

Questo piano di supporto “scaglionato” ha irritato una parte degli utenti Microsoft, preoccupati del fatto che l’azienda sta forzando l’adozione di Windows 10.

Dell lo riconosce tacitamente, sottolineando sul proprio sito che “Microsoft e Intel stanno limitando la vita del supporto dell’architettura Skylake su Windows 7 e 8.1”.

In questo modo Microsoft e Intel supportano le imprese che vogliono acquistare nuovi PC, ma hanno bisogno di più tempo per la migrazione a Windows 10. Tuttavia il prezzo per questo trattamento è un nuovo PC, e la scadenza del 2017 è stretta.

Una spinta gentile, ma ferma, verso Windows 10

Microsoft è stata molto specifica sulle limitazioni di questo piano riguardo a ciò che sarà supportato e fino a quando. “Per ciascuno dei sistemi supportati elencati nelle pagine OEM”, spiega la società, “l’OEM si è impegnato per ulteriori test, validazione periodica di aggiornamenti di Windows, pubblicazione di driver e firmware per Windows 10”.

La maggior parte dei modelli elencati sono rivolti alle aziende, che finora si sono mostrate ben disposte verso Windows 10, ma caute verso l’aggiornamento, che può richiedere diverso tempo.

Alcuni sistemi sono dedicati al mercato consumer. La lista approvata comprende i notebook Dell Inspiron per uso domestico e piccole imprese, quattro PC Alienware per il gaming e tre modelli della linea Dell XPS.

Né HP né Lenovo hanno rilasciato commenti sulla decisione di Microsoft di interrompere il supporto fra 18 mesi.

La pagina di Dell fa notare che la società continuerà a offrire “supporto per i sistemi Skylake con Win 7/8.1 tramite il servizio ProSupport [Dell]”. Dell non ha risposto alle nostre richieste di chiarimento su cosa questo significhi in realtà.

Tuttavia, per molti, il problema si riduce a questo: Microsoft terminerà il suo supporto per i PC Windows 7 basati su Broadwell nel 2020. Ma il supporto per i PC Windows 7 con Skylake finirà “presto”, nel 2017, e ciò sembra poco coerente. Dell potrebbe cercare di ammorbidire questa decisione inaspettatamente difficile.