Microsoft termina il supporto mainstream per Windows 8.1

Da oggi fino a gennaio 2023 Windows 8.1 riceverà da Microsoft solo aggiornamenti di sicurezza e non più ottimizzazioni o patch per fixare bug.

Nelle scorse ore Microsoft ha terminato il supporto mainstream per Windows 8.1, sistema operativo uscito sul mercato nell’ottobre del 2013 che da adesso fino al 10 gennaio del 2023 godrà solo del supporto esteso. Ciò significa che per i prossimi cinque anni il “successore” di Windows 8 riceverà da Microsoft solo aggiornamenti di sicurezza e, quindi, non più ottimizzazioni o patch per sistemare bug ancora presenti.

Naturalmente non verranno rilasciati nemmeno update contenenti nuove feature, ma visto che l’ultimo aggiornamento in questo senso risale al novembre del 2014, non sarà certo una grande mancanza. Windows 8.1, rilasciato da Microsoft come un importante e maxi aggiornamento per Windows 8, non si può considerare come un vero e proprio sistema operativo a sé stante, eppure ha riscosso un discreto successo e soprattutto su tablet è piaciuto a molti utenti grazie a un’interfaccia touch comoda e leggera.

Windows 8.1

Non a caso, dalle ultime stime di NetMarketShare riferite a dicembre 2017, W8.1 risulta installato sul 5,71% dei PC a livello globale, occupando in tal senso il terzo posto della classifica dopo Windows 7 e Windows 10, mentre Windows 8 (forse l’OS di Microsoft meno amato in assoluto assieme a Vista) ha oggi una diffusione di poco superiore al 1%.

Oggi il sistema operativo Microsoft che gode ancora del supporto mainstream rimane così Windows 10 e, se avete ancora Windows 8.1, potete approfittare fino al 16 gennaio di un “trucchetto” relativo alle tecnologie assistive per aggiornarvi gratuitamente a Windows 10 seguendo questo link.