Microsoft ha davvero sospeso i lavori su Windows 10X?

Windows 10X, che dopo molte premesse non mantenute pare ormai limitato a un semplice restyling grafico, potrebbe essere assorbito in Windows 10.

windows 10x

Secondo quanto riferito da Petri.com, Microsoft ha posticipato e forse annullato Windows 10X, la versione “semplificata” di Windows 10 che Microsoft aveva previsto per competere con Chrome OS e i Chromebook. Il report afferma infatti che Windows 10X non sarà disponibile nel 2021 e anche secondo Windows Central il lavoro di sviluppo su Windows 10X si è apparentemente interrotto. Nessuna delle segnalazioni è stata confermata né negata da Microsoft; un rappresentante dell’azienda ha solo dichiarato che Microsoft non ha “nulla da dire in proposito”.

Nel 2019, Microsoft aveva annunciato Windows 10X in un evento di New York che segnò anche il debutto di Surface Neo, un tablet pieghevole originariamente progettato per eseguire una speciale versione di Windows, molto probabilmente Windows 10X. Alla fine nessuno dei due progetti di Microsoft si è ancora concretizzato; Microsoft ha anche lanciato il Surface Duo, uno smartphpone Android pieghevole a due schermi che ha debuttato con recensioni non proprio entusiastiche e di cui si è sempre parlato poco.

Windows 10X è stato originariamente progettato come sistema operativo per l’emergente ecosistema di dispositivi a doppio schermo, una “nuovissima espressione” per Windows, disse all’epoca il capo hardware di Microsoft Panos Panay. Peccato che con il difficilissimo 2020 che ci siamo lasciati volentieri alle spalle, qualcosa ha cominciato a incrinarsi nel progetto di Microsoft.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Visto che il Surface Duo non è riuscito a guadagnare terreno e a imporsi come dispositivo professionale (il costo elevato non è certo stato d’aiuto), hanno iniziato a circolare report secondo cui i dispositivi a schermo singolo erano riemersi come la nuova priorità di Microsoft. All’improvviso, Windows 10X e la sua interfaccia utente semplificata sono stati visti come un sostituto di Windows 10 S e una sfida aperta ai Chromebook, che durante la pandemia hanno guadagnato tantissimo terreno nel mercato dei laptop economici.

Una delle caratteristiche iniziali di Windows 10X era il suo modello di container per le app Win32 legacy, ma lo scorso luglio, secondo altre fughe di notizie, Microsoft sembrava aver abbandonato panche questo modello. Infine, lo scorso autunno, Windows 10X sarebbe diventato un sistema operativo per dispositivi tradizionali con un solo schermo, ma dopo questa novità non si è praticamente più visto nulla. Da allora il fascino iniziale di Windows 10X è stato ridotto di fatto a un’interfaccia utente semplificata che ha eliminato gran parte degli elementi ridondanti comunemente associati alle versioni legacy di Windows.

Per coincidenza, Microsoft sembra aver iniziato a lavorare anche su un rinnovamento dell’interfaccia utente di Windows 10 atteso per la seconda metà del 2021 con il nome in codice Sun Valley. Non c’è alcuna indicazione che Sun Valley coincida con Windows 10X, anche se per gli odierni report alcuni degli elementi dell’interfaccia utente in Windows 10X potrebbero essere migrati in Windows 10, sia che si tratti di Sun Valley o di qualche altra versione futura. Succederà davvero? Dovremo aspettare e vedere. Per ora, tuttavia, sembra che Microsoft si stia rifocalizzando sul più “tradizionale” Windows 10 che usiamo ogni giorno.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!