Come risolvere il problema dello schermo nero in Windows 10

Trovarsi di fronte al temuto schermo nero di Windows 10 con o senza cursore non è mai piacevole, ma esistono alcuni semplici modi (e altri un po’ meno semplici) per risolvere la situazione.

schermo nero

Il fenomeno dello “schermo nero” in Windows 10 mostra in modo evidente come a volte nulla sia importante. Non vedere nulla tranne lo schermo nero in cui normalmente appaiono il desktop e le sue applicazioni è sconcertante per gli utenti, perché letteralmente non possono vedere cosa sta facendo (o non sta facendo) il PC.

Quando gli utenti esperti di Windows incontrano una schermata nera, sanno immediatamente almeno due cose. Innanzitutto, sanno che qualcosa non va con il loro PC. In secondo luogo, poiché non è visibile nulla (o quasi), possono supporre che il sottosistema grafico del PC sia probabilmente coinvolto. È un buon inizio, ma ciò che gli utenti vogliono veramente è riavere i loro desktop e qui vi forniamo alcuni consigli per riuscirci.

Due tipi di schermo nero, con una sottile differenza

Esistono due diversi tipi di schermo nero nel mondo di Windows 10. Il primo è uno schermo nero, chiaro e semplice. Ciò significa che lo schermo è completamente scuro e non viene visualizzato nulla. Zip, zero, nada. Il secondo è quello che viene chiamato “schermo nero con cursore” e mostra il display completamente nero con però il cursore del mouse visibile. Spesso, il cursore tiene traccia del movimento del mouse anche se si trova su uno schermo completamente nero.

adv

Nella mia esperienza personale, lo schermo nero con il cursore si verifica molto più frequentemente di uno schermo totalmente nero. Ho scoperto che due cause sono le più probabili colpevoli quando viene visualizzata una schermata nera con il cursore. Il primo è un errore del sottosistema grafico nell’interagire con il display al risveglio dalla sospensione. Il secondo è un problema con il driver grafico.

La presenza di un cursore che risponde al movimento del mouse, come spesso accade, è in realtà un buon segno. Indica che il sistema operativo funziona ancora (almeno in una certa misura) e che il driver del mouse può ancora tenere traccia della posizione del cursore sullo schermo. Ciò significa che ci sono ottime possibilità che il desktop possa essere ripristinato al normale funzionamento utilizzando alcune note combinazioni di tasti.

Due combinazioni di tasti possono (di solito) ripristinare le normali operazioni

  • Combo 1: riavviare il driver grafico. Questa combinazione di quattro tasti indica a Windows 10 di arrestarsi, quindi riavviare tutti i driver grafici in esecuzione. La maggior parte dei sistemi Windows 10 utilizza un solo driver grafico, ma quelli con più schede grafiche e più display possono avere più driver in esecuzione. Questa combinazione consiste in: Tasto Windows + Ctrl + Maiusc + B. A volte lo schermo tornerà al normale funzionamento pochi secondi dopo, mostrando che il driver è stato ricaricato e ora funziona correttamente. A volte invece non accadrà nient’altro dopo che la spia di attività del disco smette di lampeggiare. Quindi è il momento di provare la seconda sequenza.
  • Combo 2: il saluto a tre dita. Questa è una combinazione di tasti familiare per gli utenti Windows (e persino DOS) di lunga data: Ctrl + Alt + Canc. È ben nota a coloro che utilizzano sistemi operativi Microsoft da molto tempo (dalla metà degli anni ’90 o prima ancora) e, a partire da Windows 95 (e Windows NT versione 3.5), questa combinazione di tasti richiama la schermata di accesso protetto.

E se lo schermo rimane nero?

Se il cursore è assente, queste combinazioni di tasti spesso non sono d’aiuto e talvolta non aiutano anche quando il cursore è presente. In questi casi, c’è davvero solo una cosa da fare dopo: spegnere forzatamente il PC interessato. Per la maggior parte dei dispositivi, ciò significa tenere premuto il pulsante di accensione fino allo spegnimento del PC.

Una minoranza di dispositivi potrebbe avere l’azione del pulsante di accensione ridefinita in modo che il PC continui a funzionare nonostante questa azione. In tal caso, potrebbe essere necessario scollegare il PC dalla fonte di alimentazione. Per i laptop, questo può anche significare aspettare che la batteria si scarichi completamente (o scollegare la batteria, sui PC che consentono tale azione).

Per la maggior parte dei PC, un successivo riavvio riporterà il dispositivo al normale funzionamento, incluso un sottosistema grafico funzionante senza schermo nero. Se lo schermo rimane nero nonostante tutti questi sforzi, è necessaria un’ulteriore risoluzione dei problemi.

Passiamo ora brevemente a ulteriori tecniche di risoluzione dei problemi che possono o meno portare a un sistema funzionante. Più si procede in questo elenco di opzioni, più è probabile che sia coinvolto un guasto hardware di qualche tipo. Per i desktop, ciò potrebbe significare che è necessario sostituire la scheda grafica discreta (o la scheda madre se si utilizza una GPU integrata). Per i laptop, può significare sostituire la scheda madre o rivolgersi a un centro assistenza.

  • 1. Provare un display diverso. Forse la GPU non c’entra e in questo caso il collegamento a un altro display potrebbe risolvere la situazione.
  • 2. Avviare in modalità provvisoria. Ciò richiede l’accesso al supporto di ripristino di Windows 10. Se il PC si avvia sul supporto di ripristino e il display funziona, congratulazioni! È sicuro che qualcosa non va con la normale immagine di avvio per Windows 10 sul PC interessato. In tal caso potete provare un’utility di riparazione dell’avvio come Fix Windows Boot Problems di Macrium Reflect Free. Se anche così il PC mostra sempre lo schermo nero, è abbastanza certo che qualcosa non va con la GPU o il circuito grafico integrato.
  • 3. Provare un’altra scheda grafica. Questa tecnica di affida a una GPU esterna con interfaccia USB 3 (qui trovate diversi modelli) per capire se la GPU discreta o integrata del PC non funziona. Se riuscite a collegare una scheda grafica al PC interessato e lo schermo funziona normalmente, avete capito dove si trova il problema.
  • 4. Sostituire l’hardware grafico. Spetta a voi se questo è un passaggio fai-da-te o se comporta la consegna del PC a un centro assistenza. Per alcuni laptop, in particolare quelli più vecchi, ciò potrebbe significare che la sostituzione definitiva del dispositivo, piuttosto che la riparazione, è l’opzione migliore.

Nessuno vuole vedere uno schermo nero su Windows 10

Se siete fortunati, un rapido sguardo allo strumento Reliability Monitor di Windows 10 potrebbe rivelare lo stesso tipo di errore mostrato nella figura sopra, che ha iniziato ad apparire in Windows 10 con la versione 2004. Da notare che prima di questo aggiornamento lo schermo nero è rimasto pressoché assente nella lista di errori di Windows.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!