In meno di quattro settimane dalla sua uscita del 29 luglio, Windows 10 si è già avvicinato molto a OS X e si trova oggi a un passo dal raggiungerlo. A sostenerlo sono le rilevazioni della società di analisi irlandese StatCounter, secondo le quali domenica 23 agosto Windows 10 ha raggiunto un market share nei sistemi operativi desktop del 7,5%, la percentuale più alta registrata dal 29 luglio, mentre nello stesso giorno la quota di utenti di OS X è salita al 8,3%.

Se la situazione continua di questo passo, basterebbero altre due o tre settimane perché Windows 10 possa raggiungere e persino superare il sistema operativo di Apple e questo non deve stupire più di tanto. Windows 10 infatti, seppur recentissimo, ha una base utenti potenzialmente molto più vasta di quella di OS X, che ricordiamo funzionare solo sui notebook e desktop di Apple.

windows-10s-usage-share-closes-in-on-os-x-100609587-large.idge

Non a caso Microsoft, quando si riferisce al numero totale di utenti che utilizzano un PC con Windows, parla di 1.5 miliardi di persone, mentre gli ultimi dati rilasciati di Apple indicano in circa 80 milioni la base utenti di OS X.

Il market share di Windows 10 ha ripreso a crescere in modo considerevole a partire dal 22 agosto, dopo alcuni giorni di crescita bassa o addirittura nulla. Anche con questo recente picco però il nuovo OS di Microsoft ha rallentato la sua percentuale di diffusione rispetto alla settimana dal 3 al 9 agosto, durante la quale si sono registrati i picchi maggiori di installazioni.

In ogni caso, come dimostra il grafico qui sopra, l’avvicinamento di Windows a OS X è continuato a crescere in maniera costante, partendo da un distacco di circa 5 punti percentuali il primo giorno di agosto per arrivare tre giorni fa a una differenza dello 0,8%.