L’avanzata di OS X 10.11 El Capitan si è rivelata ancora piuttosto lenta a gennaio, dimostrando come Apple stia faticando a convincere i propri clienti ad aggiornarsi all’ultima versione del suo OS desktop. A quattro mesi dal lancio infatti El Capitan, secondo le stime rilasciate da Net Applications, sarebbe installato sul 44,8% di tutti i Mac, ovvero solo il 2% in più rispetto ai dati di dicembre 2015. Ricordiamo che i numeri di Net Applications non sono quelli di Apple (che per il momento non ha rilasciato cifre aggiornate sulla diffusione di El Capitan), ma rimangono piuttosto affidabili.

Tenendo comunque come valida questa percentuale, El Capitan sta facendo peggio rispetto a Maverick e Yosemite dopo quattro mesi dalle rispettive uscite nel 2013 e 2014. Il primo era infatti arrivato al 45,3%, mentre Yosemite aveva toccato addirittura il 51,4% come percentuale di installazioni.

el-caps-adoption-lags-100642911-large.idge

Net Applications ha anche messo in luce come a gennaio il 30.3% di tutti gli utenti Mac abbia continuato a utilizzare Yosemite, mentre l’11.3% è rimasto fedele a Mavericks. Le versioni precedenti di OS X, non più supportate da Apple a livello di sicurezza, valgono invece ancora il 13,4% di tutto l’installato Mac. Ricordiamo che l’aggiornamento a El Capitan è gratuito e compatibile con tutti gli iMac da metà 2007 in poi, con i Mac Book Pro a partire da fine 2007 e con i modelli di MacBook air da fine 2008 in poi.

WHITEPAPER GRATUITI