184 milioni di PC commerciali si affidano ancora a Windows 7

A un anno e mezzo dal ritiro del supporto da parte di Microsoft, Windows 7 è ancora installato a bordo di 184 milioni di PC commerciali in tutto il mondo (Cina esclusa).

windows 7

Stando a Microsoft, circa 184 milioni di PC commerciali (ovvero non consumer) nelle piccole e medie imprese, nelle grandi imprese e nelle agenzie governative stanno ancora utilizzando Windows 7, sistema operativo che sta rapidamente (e inevitabilmente) invecchiando. Questo numero comprende tutti i mercati ad eccezione di quello cinese, con la più grande percentuale (un PC su quattro o circa 46 milioni di PC) presente negli Stati Uniti.

Microsoft ha fornito queste cifre all’inizio del mese mese durante la conferenza Inspire, in cui l’azienda di Redmond ha pubblicizzato le opportunità dei partner durante la fase iniziale della migrazione da Windows 7 a Windows 10. Windows 7 perderà il supporto standard da parte di Microsoft a partire dal 14 gennaio del 2020. Dopo tale data non verranno quindi più forniti aggiornamenti di sicurezza.

windows 7

ADV
Trusted Cybersecurity Bitdefender

Sanità in Italia, i sei pilastri per una cybersecurity più efficiente

Il settore è tra i più esposti, come dimostra l’attacco ransomware alla Regione Lazio. Una ricerca Bitdefender nel rapporto Clusit evidenzia gli elementi su cui è più urgente lavorare LEGGI TUTTO

In altre parole, la maggior parte dei clienti ha solo 18 mesi per abbandonare Windows 7 e passare a un sistema operativo più recente (Windows 10 è davvero l’unica scelta), se non vuole affrontare il rischio di lasciare i PC della propria azienda senza patch e quindi a rischio di hacking e vulnerabilità non fixate.

Molte aziende sono già passate a Windows 10 e tra le altre statistiche che ha riportato nel corso di Inspire, Microsoft ha detto che ci sono 200 milioni di PC commerciali con a bordo Windows 10 in tutto il mondo, ovvero leggermente più di quelli con ancora Windows 7 (eccetto sempre l’enorme mercato cinese).

Dei PC commerciali ancora su Windows 7, il 50% si trova all’interno delle grandi aziende, il 30% nelle piccole e medie imprese e il 20% nelle amministrazioni pubbliche. Tra l’altro quasi due terzi di queste macchine hanno più di cinque anni e ciò rappresenta una potenziale miniera d’oro per i partner che forniscono nuovo hardware, software e servizi ai clienti desiderosi di migrare verso Windows 10.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!