Con il lancio di macOS Catalina, l’ondata promessa di app Catalyst derivate da iPad è iniziata con un occhio di riguardo alle implementazioni Mac aziendali. Mentre rende più facile per gli sviluppatori la migrazione delle app per iPad sul Mac, Catalyst pare ancora soffrire di alcune incongruenze, ma sembra che Apple ne sia consapevole e si impegnerà a far fronte a tali sfide.

Todd Benjamin, direttore marketing di macOS, afferma che Apple sta ascoltando sviluppatori e utenti e promette che fornirà loro “risorse e supporto aggiuntivi per aiutarli a creare incredibili esperienze Mac con Catalyst”. In altre parole, Apple si impegna a far evolvere gli strumenti che fornisce. I miglioramenti futuri includeranno probabilmente l’aggiunta di più API AppKit, cosa che consentirà agli sviluppatori di creare app più complesse e sfumate.

5 app Catalyst da usare oggi

Apple ha creato una sezione del Mac App Store in cui sta raccogliendo alcune app Catalyst selezionate. Se è disponibile un’app per iPad che sarebbe utile anche su un Mac, è necessario chiedere allo sviluppatore se ha intenzione di renderla disponibile su entrambe le piattaforme. Molti sviluppatori sono in attesa di vedere di cosa siano capaci i primi port da iPad a Mac prima di impegnare risorse preziose in questa attività e quindi saranno contenti di ricevere feedback degli utenti per decidere quando, o se, sarà il momento di portare le loro app anche su Mac.

GoodNotes 5

GoodNotes 5 (8,99 euro) è un’ottima app per prendere appunti che consente di creare note sul vostro iPad come se steste lavorando con della carta digitale. Offre inoltre un potente sistema di gestione dei documenti basato su iCloud e le note sono ricercabili tramite OCR. C’è una limitazione nella versione di Catalyst, in quanto mentre su iPad potete scrivere con una Apple Pencil, non potete chiaramente farlo su un Mac, dove dovete usare mouse, trackpad o (un po’ ironicamente) proprio il vostro iPad in modalità Sidecar.

Tuttavia, l’introduzione del supporto al Mac potrebbe essere utile a tutti i professionisti spesso in mobilità che possono utilizzare il proprio tablet per prendere appunti in viaggio, per poi sedersi davanti al loro Mac e continuare a scrivere quando sono a casa o in ufficio. 

Crew

Questa è un’app molto utile se dovete gestire dei team. Crew è già in uso nel mondo reale in alcune catene di negozi e fast food negli USA come Dunkin Donuts, Planet Fitness, Wendys, Taco Bell e Pizza Hut e include strumenti di gestione, messaggistica, engagement e pianificazione.

Gli sviluppatori dietro Crew dichiarano che questa è la prima app di comunicazione progettata appositamente per i milioni di lavoratori che non hanno accesso immediato a una tecnologia di comunicazione efficace sul posto di lavoro. La decisione di rendere disponibile l’app su Mac riflette il crescente utilizzo dei Mac nell’IT aziendale. Potete iniziare a utilizzare Crew gratuitamente, ma dovrete pagare per funzionalità aggiuntive.

apple-wwdc19-project-catalyst-100800314-large

Jira Cloud di Atlassian

App molto apprezzata per la gestione dei progetti, Jira Cloud è in grado di scalare per gestire team molto grandi ed è ricca di strumenti e funzionalità per rendere le attività e la gestione dei progetti i più facili possibili. Ciò significa che potete gestire più attività, ricevere messaggi e notifiche e collaborare su file, personalizzare i flussi di lavoro e monitorare aspetti come feedback dei clienti e livelli di servizio. Ora Jira Cloud di Atlassian funziona altrettanto bene anche su Mac e, sebbene l’app in sé sia gratuita, è richiesto un abbonamento di 10 dollari al mese per poter usufruire del servizio.

Post-it

A tutti sembra piacere l’app Post-it per macOS. Consente di lavorare con immagini di note reali catturate con la vostra fotocamera e ciò la rende utile come app di brainstorming. Le note digitali possono essere infatti organizzate, perfezionate, organizzate e condivise con i team o esportate in applicazioni e servizi cloud.

È noto come l’azienda abbia impiegato un solo giorno per trasferire l’app da iPad a Mac e, sebbene ci siano forse applicazioni più sofisticate per prendere appunti e per fare brainstorming, questo è anche un ottimo esempio di un brand distintivo che trova un modo unico per creare rilevanza per il business in un’era digitale..

Un’ondata di app da Zoho

La compagnia indiana Zoho Corporation ha scelto Catalyst in grande stile introducendo ben quattro app: Sign, Invoice, Expense e Inventory. Ognuna di esse si collega alle parti pertinenti del toolkit di gestione incentrato sul business multipiattaforma di Zoho, ma è focalizzata su compiti ben specifici.

Zoho Sign, ad esempio, semplifica la firma e la condivisione di documenti in molti modi, anche attraverso i servizi cloud, mentre Zoho Invoice è una soluzione di contabilità online di facile utilizzo che semplifica la contabilità e il monitoraggio delle spese/entrate. I clienti di Zoho includono colossi come Amazon, Hyatt, L’Oreal, Suzuki, Netflix e Renault; potete scaricare le app gratuitamente, ma dovrete pagare per creare un account Zoho.

Avanti il prossimo

Queste prime app dal sapore aziendale potrebbero non cambiare il mondo dall’oggi al domani, ma la loro esistenza dimostra come Apple si stia muovendo molto per amplificare l’adozione dei Mac nelle aziende sulla scia del successo dell’iPad. Aziende che potrebbero voler dare un’occhiata alle prime iterazioni delle app Catalyst mentre valutano i potenziali vantaggi dell’introduzione delle versioni Mac di tali app.