Stando alle ultime stime di Gartner, Windows, che a fine 2015 rappresentava il terzo sistema operativo dopo Android e iOS/OS X, continuerà a perdere terreno anche nel corso del 2016 rispetto ai primi due OS in classifica e solo nel 2017 ricomincerà a salire, recuperando alcune delle perdite che vanno avanti ormai dal 2013 ma rimanendo comunque indietro a questi rivali.

A fine 2016 Windows sarà presente su 283 milioni di dispositivi, ovvero un eloquente -3,4% rispetto al 2015. Questi 283 milioni di device rappresenteranno l’11,7% di tutti i dispositivi venduti nel 2016 (ben 2,4 miliardi), di cui l’80% sarà rappresentato da smartphone e, tra questi, la stragrande maggioranza sarà rappresentata da modelli Android. Di contro Apple ha venduto nel 2015 297 milioni di device iOS/OS X, mentre i dispositivi Android hanno raggiunto quota 1.3 miliardi.

device-shipments-through-2018-100653944-large.idge

Le previsioni di Gartner vedono inoltre Apple aumentare la quota di venduto sia nel 2016 (303 milioni di device), sia nel 2018, quando iOS e OS X saranno presenti su 334 milioni di dispositivi rispetto ai 298 milioni di device con Windows. Se le stime si rivelassero esatte, vorrebbe dire che nel 2018 Apple venderà più dispositivi di quanto abbiano fatto tutti i produttori di sistemi Windows nel 2013.

Insomma, da qui al 2018 l’ecosistema Windows crescerà sicuramente, ma ciò, stando a Gartner, non basterà a Microsoft per scavalcare l’accoppiata iOS/OS X (Android rimane semplicemente fuori scala) e questo sia per il continuo calo dei PC tradizionali previsto anche per tutto il 2016, sia per le percentuali sempre più basse che Microsoft continua a far registrare in ambito mobile con Windows 10 Mobile, sebbene sia ancora presto per capire quanto il nuovo OS mobile di Microsoft impatterà sul futuro di Redmond nel mercato degli smartphone.