Nel 2021 si spenderanno 120 miliardi di dollari in sicurezza IT

Le stime di IDC sulla sicurezza IT dal 2016 al 2021 parlano di un CAGR di quasi il 10% dovuto soprattutto alla spesa in software e servizi.

specialista in sicurezza

IDC ha pubblicato la versione aggiornata del suo Worldwide Semiannual Security Spending Guide, dal quale emerge come la spesa mondiale per servizi, hardware e software di sicurezza IT raggiungerà i 120 miliardi di dollari nel 2021, con un CAGR (Tasso Annuo di Crescita Composto) stimato del 9,6% tra il 2016 e il 2021. Già per l’anno in corso IDC prevede comunque una spesa di 83,5 miliardi di dollari, ovvero oltre il 10% in più rispetto al 2016.

Una crescita le cui ragioni non sono difficili da comprendere, anche se IDC, per voce del suo vice president area Security Products and Legal, Risk, and Compliance programs Sean Pike, ne riporta tre principali: aumento generalizzato delle minacce informatiche, novità regolatorie (si pensi solo al GDPR) e innovazione portata dalla trasformazione digitale in atto in ogni mercato e industria.

sicurezza it

Nel 2017 il settore della distribuzione e dei servizi spenderà in sicurezza IT circa 20 miliardi di dollari e sarà seguito dal settore pubblico (18,6 miliardi), dal manufacturing (16,4 miliardi) e dal settore finanziario (16,3 miliardi). Vedendo invece i campi di spesa per quest’anno, IDC stima in prima posizione i servizi e il software (80% della spesa globale), con in testa i Managed Security Services (15,25 miliardi di dollari) e gli Integration Services (12,5 miliardi).

La voce software si compone essenzialmente di tre voci che rappresentano da sole il 75% della spesa totale in questo settore, ovvero sicurezza degli endpoint, gestione delle identità e degli accessi e gestione delle vulnerabilità. Colpisce invece la spesa di soli 13 miliardi nel 2017 per l’hardware di sicurezza tra networking e infrastrutture.

Spostandosi sul versante geografico, saranno gli USA a trainare il mercato con quasi 38 miliardi di dollari di spesa, seguiti dall’area EMEA (26,2 miliardi) e dall’Asia (Giappone escluso), con 11,5 miliardi. Quasi il 70% della spesa infine si deve ad aziende medio-grandi con oltre 500 dipendenti, mentre si stima che nel 2019 le organizzazioni con più di mille dipendenti spenderanno in sicurezza oltre 50 miliardi di dollari.