Accesso remoto più sicuro con Enterprise Application Access di Akamai

Maggiore sicurezza, semplicità di gestione e un cuore cloud. Così Enterprise Application Access di Akamai punta a rinnovare l’accesso remoto alle applicazioni.

Enterprise Application Access

Ad alcuni mesi dall’acquisizione della startup Soha Systems, specializzata in soluzioni as-a-service di accesso sicuro, Akamai ha annunciato nei giorni scorsi l’introduzione di Enterprise Application Access, soluzione integrata nella Akamai Intelligent Platform e progettata per offrire alle aziende un nuovo modo per semplificare l’accesso remoto e di terze parti alle applicazioni, potenziando al tempo stesso l’approccio alla sicurezza dell’organizzazione.

Enterprise Application Access è un servizio privo di client, si basa sul cloud e sfrutta proprio la tecnologia che Akamai ha acquisito da Soha Systems. L’annuncio avviene in un periodo in cui la confluenza di mobile computing, l’adozione del cloud e l’espansione degli ecosistemi digitali aziendali stanno cambiando non solo la posizione in cui vengono ospitate le applicazioni mission‑critical, ma anche chi deve accedervi e con quali dispositivi.

È vero che le aziende forniscono accesso remoto alle applicazioni da anni, ma si tratta spesso di un processo complesso e laborioso che si affida a soluzioni hardware e software come le appliance ADC (Application Delivery Controller), le VPN (Virtual Private Network) e le soluzioni per il monitoraggio delle applicazioni e la gestione delle identità.

Non dimentichiamo poi i rischi per la sicurezza visto che la connettività di rete a banda larga può aumentare in modo significativo la superficie di attacco di un’azienda.

Scarica i white paper gratuiti su Enterprise Application Access
– 5 motivi per un nuovo modello di accesso alle app aziendali
– Accesso remoto facile e sicuro a utenti esterni alla rete aziendale
– La soluzione Akamai Enterprise Application Access per l’accesso remoto

Enterprise Application Access

Enterprise Application Access punta proprio a superare questi limiti e a offrire un nuovo approccio di accesso alle applicazioni ospitate negli ambienti di cloud ibrido o nei data center aziendali, mettendo a disposizione un’alternativa alle tecnologie di accesso di terze parti e remoto tradizionali come VPN, RDP e proxy.

Con la nuova soluzione di Akamai le applicazioni non sono esposte né in Internet né pubblicamente e l’architettura cloud di tipo “dial-out” consente la chiusura di tutte le porte firewall in entrata, permettendo agli utenti finali autenticati di accedere solo a specifiche applicazioni autorizzate.

Sono inoltre integrate funzionalità come la protezione del percorso dati, l’accesso alle identità, la sicurezza delle applicazioni, la visibilità e il controllo della gestione in un unico servizio basato sul cloud. I clienti possono utilizzare le funzionalità native di Enterprise Application Access o eseguire una semplice integrazione con i sistemi distribuiti in precedenza.

Il servizio, che consente anche lo streaming dei dati in strumenti SIEM (Security Information and Event Management) scelti dal cliente, è infine progettato per essere distribuito in pochi minuti (e a una frazione del costo delle soluzioni tradizionali) in qualsiasi ambiente di rete tramite un portale unificato, con un singolo punto di controllo.