SAN FRANCISCO – Wikileaks ha pubblicato un database ricercabile contenente migliaia di email e documenti riservati di Sony Pictures Entertainment e che erano stati rubati alle fine del 2014 in seguito a un massiccio attacco di cyber criminali.

È la prima volta che un database così vasto e proveniente da una delle più grandi e più gravi violazioni nella storia viene reso accessibile così facilmente a un vasto pubblico. La vastità del numero dei documenti e delle persone che ora possono entrarne in possesso pone un nuovo fattore di rischio circa l’uso che malintenzionati potrebbero fare delle informazioni.

È la prima volta che un vasto database vasto di documenti rubati viene reso accessibile così facilmente a un vasto pubblico

Si stima che i dati comprendano circa 173.132 messaggi email e 30.287 documenti, alcuni dei quali contengono informazioni molto personali sui dipendenti di Sony, inclusi gli l’indirizzo di casa, numeri di telefono personali e numeri di previdenza sociale.

Sony ha dichiarato di “condannare  fermamente l’indicizzazione e la pubblicazione di informazioni rubate riguardanti i suoi dipendenti o l’azienda”. Pubblicando i dati, Wikileaks sta aiutando i criminali nel loro tentativo di danneggiare Sony Pictures e i suoi dipendenti, la società ha aggiunto.

Dopo che gli hacker avevano attaccato Sony Pictures nel novembre 2014, i documenti erano stati pubblicati sui siti di file-sharing e distribuiti tramite Bit Torrent. I file, con dimensioni da diversi gigabyte, erano semplicemente archivi compressi di directory del computer o file di Microsoft Outlook, cosa che rendeva l’accesso e la ricerca delle informazioni più difficoltosa.

Solo alcuni giornalisti particolarmente determinati, oltre probabilmente a qualche malintenzionato, hanno finora scavato negli archivi in profondità, rivelando tra l’altro alcune email dal contenuto mondano e scandaloso che hanno suscitato la reazione degli avvocati di Sony.

Il mese successivo, la storia è entrata a far parte della politica internazionale, quando il presidente Barack Obama ha direttamente accusato il governo della Corea del Nord di essere l’autore o l’ispiratore dell’attacco a Sony. Con l’arrivo delle vacanze natalizie, il numero di articoli sul contenuto dei documenti di Sony è diminuito fino a terminare del tutto.

Con la pubblicazione degli archivi ricercabili Wikileaks spera evidentemente di innescare un nuovo ciclo di articoli e pubblicazioni.

In un comunicato stampa che annuncia la pubblicazione del database, l’organizzazione ha detto di voler puntare i riflettori sul “funzionamento interno di una grande e impenetrabile multinazionale”

“Pubblicamente, Sony si mostra come un’azienda che opera nell’intrattenimento, ma gli archivi dimostrano che dietro le quinte si tratta di una corporation influente, con legami con la Casa Bianca, la capacità di influire sulla scrittura delle leggi e la politica e connessa con il complesso militare-industriale USA”, si legge nel comunicato.

Wikileaks ha giustificato le sue azioni dicendo i documenti sono di dominio pubblico, ma Sony Pictures ha contestato tale interpretazione.

“Siamo fortemente in disaccordo con l’affermazione di WikiLeaks  secondo cui questo materiale appartiene al dominio pubblico”, ha dichiarato Sony Pictures. L’azienda “continuerà a lottare per la sicurezza e la privacy della nostra azienda e dei suoi 6.000 dipendenti”, ha aggiunto.

WHITEPAPER GRATUITI
  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper
    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0
    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale GDPR
    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale Data Center
    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro