Sicurezza: cinque consigli per scegliere il fornitore di cybersecurity

Prestazioni, versatilità, assistenza tecnica, concorrenza e marketing. Ecco cinque elementi su cui concentrarsi nella scelta del fornitore di cybersecurity.

cybersecurity

Il panorama della cybersecurity è molto variegato e quando bisogna scegliere un partner, molte soluzioni possono sembrare simili tra loro. Tuttavia ci sono sempre grandi differenze tra i software partner per gli MSP (Managed Service Partners) e sono differenze che non dovrebbero essere ignorate. Di fronte a questo scenario Kaspersky Lab fornisce 5 consigli per aiutarvi a compiere una scelta informata nella scelta di un fornitore di cybersecurity con cui lavorare a lungo termine.

1 – Prestazioni prima di tutto

Indipendentemente dal provider scelto, è la vostra reputazione a essere in gioco quando un cliente è vittima di un attacco mirato. Come prevedere i risultati del mondo reale che determineranno il successo del vostro business MSP? Non fatevi attirare solo dal marketing, ma affidatevi ai test indipendenti che vi forniranno un elenco completo delle aziende più efficaci nel settore della cybersecurity.

Va detto che un solo test non è una prova inconfutabile; verificate quindi il numero dei test in generale e le aziende che si trovano ai vertici in ogni test per capire qual è quella che spicca di più tra tutte. Se un’azienda evita di partecipare ai test indipendenti o cerca di nascondere i suoi punti deboli, non è di certo un buon segno. I migliori provider sono sempre disponibili e desiderosi di mettersi alla prova.

2 – Attenzione alla mancanza di versatilità

Le startup sono solite usare il termine “specializzazione”, ma avere metodi limitati per bloccare le minacce può essere pericoloso. È meglio cercare un provider che offra differenti tipi di protezione antimalware perché i cybercriminali cercano di attaccare le aziende da diverse angolazioni, utilizzando ransomware, phishing, APT e quant’altro. I clienti hanno bisogno di una protezione versatile per i propri ambienti virtuali, fisici e mobile.

Un buon provider di cybersecurity vi può far risparmiare tempo e sforzi a lungo termine; inoltre, è più facile gestire una soluzione multi sfaccettata utilizzando un solo provider invece di dover ricorrere a tante soluzioni diverse. E poi, quando le tecnologie in-house funzionano insieme senza interruzioni, non avrete problemi dal punto di vista della loro integrazione.

fornitore di cybersecurity

3 – La migliore assistenza tecnica

I problemi tecnici sono inevitabili e, quando succede qualcosa che richiede assistenza urgente, avrete bisogno un provider di sicurezza che vi sostenga. E se i tempi di risposta sono lunghi o le capacità tecniche o interpersonali del servizio di assistenza non sono adeguate, potreste essere a rischio di attacchi informatici, perdite a livello economico e danni alla vostra reputazione.

Verificate innanzitutto che l’assistenza locale del servizio sia disponibile 24 giorni su 24, 7 giorni su 7 e, come seconda cosa, fate qualche ricerca sulla sua reputazione e su ciò che propone ai propri clienti (ad esempio, sono abbastanza conosciuti nel settore?).

4 – Concentrarsi sul canale

La concorrenza può essere spietata per gli MSP della cybersecurity e nel tempo lo sarà sempre di più. Si prevede infatti che il mercato globale dei Managed Security Service raggiungerà i 29,9 miliardi di dollari entro il 2020. La buona notizia è che, se vi affidate a un’azienda di cybersecurity che punta alle vendite channel-driven, non dovrete preoccuparvi di competere con il vostro provider.

Un provider che si concentra sul canale è motivato a offrirvi competenze, strumenti e risorse che avete bisogno di vendere, perché il vostro successo è il loro successo. Inoltre, è più probabile che possiate beneficiare di incentivi economici e altre offerte create per agevolare le vendite e per generare maggiori profitti.

5 – Ricordarsi sempre del marketing

Non importa quale azienda scegliate come provider di cybersicurezza; dovrete continuare a creare contatti e a comunicare con i clienti. Se riuscite a trovare un’azienda che vi dia una mano in questo, potrete fare un bel balzo in avanti rispetto alla concorrenza.

Verificate infine se il vostro potenziale provider offre tutta una serie di risorse di marketing o solo pochi strumenti. Richiedete materiali quali logo, template e presentazioni di alta qualità. Informatevi anche sul tipo di accesso di cui disporreste: sarà automatizzato o sarà necessario effettuare una chiamata e aspettare una risposta?