Cisco amplia l’offerta IoT security con l’acquisizione di Sentryo

La società francese Sentryo è specializzata in soluzioni di monitoraggio e rilevamento di minacce in tempo reale di reti Industrial Industrial Internet of Things

cisco acquisisce sentryo

Proseguendo la sua strategia di ampliamento dell’offerta sicurezza IoT, Cisco ha annunciato l’acquisizione della società francese Sentryo. Fondata nel 2014, Sentryo è specializzata nel mercato della sicurezza informatica applicata alla protezione delle reti ICS (Industrial Control Systems) e il suo portfolio include ICS CyberVision, una piattaforma per il monitoraggio delle reti, e i sensori CyberVision, per l’analisi dei flussi sulle reti.

Combinando la propria architettura di rete con le funzionalità di Sentryo, Cisco intende supportare le aziende per cogliere i vantaggi dell’IoT, automatizzare la gestione delle reti, consentire la collaborazione tra i reparti IT e OT e proteggere al meglio i propri dati e asset.

Abbiamo incorporato i sensori Sentryo e il nostro hardware di rete industriale con il framework di applicazioni IOx di Cisco”, ha spiegato in un post Rob Salvagno, Vice Presidente Corporate Development di Cisco. “Riteniamo che la connettività sia fondamentale per i progetti IoT e scatenando la potenza della rete possiamo migliorare drasticamente l’efficienza operativa e scoprire nuove opportunità di business. Con l’aggiunta di Sentryo, Cisco è in grado di offrire ai Control Systems Engineers una maggiore visibilità delle risorse per ottimizzare, rilevare le anomalie e proteggere le loro reti”.

Il prodotto ICS CyberVision fornisce visibilità alle reti OT dei clienti in modo che tutti gli utenti OT possano capire, non solo il personale IT specializzato”, ha dichiarato la società di ricerca Gartner in merito ai sistemi Sentryo. “Con l’accresciuta attenzione sia degli hacker che dei regolatori sui sistemi di controllo industriale, è fondamentale avere la giusta visibilità dell’OT di un’azienda. Molte reti OT non solo sono geograficamente disperse, ma sono anche complesse e consistono in centinaia di migliaia di componenti”.

I dettagli finanziari dell’operazione non sono stati resi noti, ma Cisco prevede di concludere l’acquisizione entro il primo trimestre dell’anno fiscale 2020, che si concluderà il 26 ottobre 2019.

Sara Brunelli
Attiva nel settore della comunicazione dal 2003, mi sono specializzata nell’editoria B2B, seguendo in particolare lo sviluppo di nuove tecnologie e della robotica.