Il primo drive USB con tecnologia Ironkey è di Kingston

Tutte le caratteristiche di IronKey D300 Standard e Managed, il drive Flash USB crittografato di Kingston Digital.

Kingston Digital ha presentato nelle scorse ore il drive Flash USB crittografato IronKey D300 in versione Standard e Managed. Entrambi i drive sono dotati di un livello di sicurezza avanzato su cui si fondano le già note e apprezzate funzionalità di IronKey per la protezione delle informazioni sensibili. Non a caso IronKey D300 ha ottenuto la certificazione FIPS 140-2 di Livello 3 ed è dotata di funzionalità di crittografia hardware AES a 256-bit integrate in modalità XTS.

Il drive, impermeabile fino a 1,2 metri di profondità, presenta un involucro in zinco e un sigillo antimanomissione in materiale epossidico che permette il controllo dell’integrità fisica dell’unità. Utilizza inoltre un firmware con firma digitale che lo rende immune agli attacchi BadUSB e sfrutta un sistema di protezione basato su una password complessa, che garantisce la protezione di base essenziale per prevenire i tentativi di accesso non autorizzati.

lowres_-ikd300_ikd300m_y

ADV
Webinar IVA spese di viaggio

Resilienza del business: le priorità digitali delle medie imprese italiane nel 2021

Come si stanno muovendo i tuoi concorrenti per affrontare le sfide poste dai nuovi modelli organizzativi del lavoro? Questo white paper di IDC indica le priorità di spesa delle PMI su tre filoni: remote working, sicurezza e protezione dei dati. SCARICA IL WHITE PAPER >>

Le operazioni di crittografia e decrittografia vengono eseguite nel drive, senza lasciare alcuna traccia nel sistema host, mentre il drive viene bloccato e riformattato dopo 10 tentativi di accesso falliti, così da offrire protezione contro attacchi di tipo brute force.

IronKey D300 è disponibile anche in una versione Managed che, sfruttando il software IronKey EMS di DataLocker, permette di centralizzare la gestione dell’utilizzo e dell’accesso di migliaia di drive. Entrambe le soluzioni cloud-based e on-premises prevedono l’impiego di policy dedicate per i drive, quali il livello di complessità della password o il limite di tentativi di accesso, consentendo agli amministratori di disabilitare da remoto le unità rubate o perse, ripristinare le password dimenticate e altro ancora.

Entrambi i drive offrono una velocità di trasferimento dati 3.0 con prestazioni in lettura e scrittura che toccano rispettivamente i 250 e gli 85 MB/s e sono disponibili in capacità da 4GB, 8GB, 16GB, 32GB, 64GB e 128GB.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!