Biometria e sicurezza piacciono ai consumatori europei

Secondo un recente studio di Visa condotto su 14.000 consumatori europei i sistemi di autenticazione biometrica rappresentano un ottimo metodo di sicurezza.

autenticazione

Secondo una recente ricerca Visa condotta su oltre 14.000 consumatori europei, questi sono favorevoli all’utilizzo della biometria nei sistemi di pagamento, in particolare quando questa è integrata con altre misure di sicurezza. Circa tre quarti della popolazione europea (73% contro il 76% della media italiana) ritengono inoltre l’autenticazione a due fattori un metodo sicuro per autentificare il titolare al momento del pagamento.

Oltre due terzi dei consumatori desiderano usare soluzioni biometriche per l’autenticazione nei pagamenti per lo shopping sia a casa che in giro per negozi. La quota di consumatori propensi alle tecnologie di biometria sale al 74% in Italia, la più alta registrata in Europa. Per gli esercenti online, in particolare, questa è un’opportunità da cogliere tempestivamente, considerando che il 31% dei consumatori ha abbandonato l’acquisto online a causa del processo di sicurezza del pagamento.

Bisogna però considerare che i sistemi biometrici di riconoscimento funzionano al meglio se combinati con altri fattori quali il dispositivo fisico, le tecnologie di geo-localizzazione e metodi di autenticazione aggiuntivi. Visa ritiene fondamentale quindi l’adozione di un approccio olistico che tenga conto dell’ampia gamma di tecnologie a sostegno del processo di autenticazione.

Risultati-Ricerca-Visa-Pagamenti

Se si prendono in considerazione i vantaggi dell’autenticazione biometrica tramite le impronte digitali o il riconoscimento dell’iride, metà dei consumatori europei (il 57% in Italia) è convinta che questo tipo di autenticazione darà inizio a una esperienza di pagamento più veloce e facile dei metodi tradizionali di pagamento. Un terzo della popolazione europea (41% in l’Italia), invece, menziona tra i benefici la sicurezza dei dati che l’autenticazione biometrica garantisce anche in caso di furto o smarrimento del dispositivo di pagamento.

Con il sopraggiungere dei pagamenti tramite dispositivi mobili, il riconoscimento delle impronte digitali sembra essere il metodo biometrico più promettente per la sua facilità di utilizzo e la sicurezza. Se si prende in considerazione esclusivamente la sicurezza percepita delle tecnologie biometriche, l’81% dei consumatori vede le impronte digitali come il parametro più affidabile, seguito dal riconoscimento dell’iride (76%). Ecco perché oltre la metà dei consumatori (53%) dichiara di prediligere le impronte digitali agli altri metodi di riconoscimento biometrico per i pagamenti.

La ricerca ha anche rilevato che l’autenticazione biometrica è considerata importante in egual misura sia negli acquisti face-to-face, sia nelle transazioni online. Il 48% vorrebbe usare l’autenticazione biometrica per i pagamenti sui trasporti pubblici, il 47% per i pagamenti al bar o al ristorante, mentre il 46% per tutto lo shopping, dalla spesa quotidiana al caffè ai pagamenti al fast food. Infine il 40% vorrebbe utilizzare questi sistemi di autenticazioni per l’e-commerce e il 39% per pagare contenuti scaricati online.