Jaguar Land Rover testa l’auto che risponde al tuo umore

Basato su fotocamere e rilevamento biometrico, il nuovo sistema monitora il guidatore e migliora l’ambiente interno dell’automobile

jaguar land rover

Jaguar Land Rover sta testando un sistema in-car che regola l’ambiente interno dell’auto in risposta all’umore del guidatore. Il sistema monitora il guidatore con una fotocamera e il rilevamento biometrico e può modificare la temperatura, la musica, l’illuminazione e i media per combattere lo stress e la stanchezza.

Se il sistema rileva che il guidatore è sotto stress, può modificare l’illuminazione ambientale impostando colori rilassanti, oppure selezionando una playlist preferita e abbassando la temperatura in risposta a uno sbadiglio o altri segni di stanchezza”, ha spiegato Jaguar Land Rover.

Il sistema utilizza l’intelligenza artificiale per conoscere sempre meglio il comportamento dell’utente e interpretare il suo stile di guida. “Col tempo il sistema impara le preferenze del guidatore e reagisce in modo sempre più mirato”, ha sottolineato la società.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Un sistema simile è stato testato anche per i passeggeri. Attraverso una telecamera montata nel poggiatesta il sistema può rilevare segni di stanchezza e agire di conseguenza “abbassando le luci e aumentando la temperatura nella parte posteriore, per aiutare un passeggero a dormire”.

Occhi sul conducente

La tecnologia è un’estensione del “Driver Condition Monitor” già disponibile su tutti i nuovi veicoli Jaguar e Land Rover. Il sistema è in grado di rilevare se un guidatore ha un calo di attenzione, principalmente in base al mantenimento della posizione nella corsia di marcia, e suggerire di fare una pausa tramite un alert tempestivo – un simbolo lampeggiante che rappresenta una tazza di caffè.

Funzionalità simili stanno diventando disponibili in nuovi modelli di altri produttori. All’inizio di quest’anno, Volvo ha annunciato che sui propri veicoli avrebbe installato telecamere di monitoraggio che controllano l’attenzione del guidatore sulla strada e i suoi modelli di guida.

Se un guidatore ha distolto lo sguardo dalla strada o sta zigzagando tra le corsie, riceve una chiamata dal servizio di assistenza di Volvo. Se l’autista non risponde, ha gli occhi chiusi o non ha le mani sul volante, l’auto “accosta per fermarsi in modo sicuro”.

Le nuove Audi A8, dotate di funzioni di guida autonoma di livello 3, filmano l’autista per assicurarsi che sia sveglio, e se non lo è emette segnali acustici e invia vibrazioni alla cintura di sicurezza.

Anche se ci stiamo muovendo verso un futuro di auto a guida autonoma, per noi l’attenzione rimane sempre sul guidatore”, ha dichiarato Steve Iley, Chief Medical Officer di Jaguar Land Rover. “Adottando un approccio olistico al singolo conducente e implementando gran parte di ciò che abbiamo appreso dai progressi della ricerca sul benessere personale negli ultimi 10 o 15 anni, possiamo garantire che i nostri clienti rimangano comodi, attenti e all’erta dietro il volante in tutti gli scenari di guida, anche i monotoni viaggi in autostrada”.