Android Auto sarà disponibile su 40 modelli di auto

Da quest’anno le case potranno anche sviluppare app Android Auto personalizzate. Le novità sono state annunciate da Google all’Ubiquity di San Francisco

Android Auto a bordo di un veicolo Ford

Google è ottimista su Android Auto, che quest’anno sarà integrato in 40 modelli di auto e supporterà più applicazioni. Android Auto permette di accedere tramite smartphone a messaggi, mappe, intrattenimento, riproduzione multimediale e altre applicazioni. Le applicazioni funzionano su uno smartphone Android, che viene collegato a un display sul cruscotto tramite una porta USB.

Hyundai è stata la prima casa automobilistica a portare a bordo Android Auto, e oggi il servizio è integrato in una decina di modelli di autovetture.

Daniel Holle, Product Manager di Android Auto
Daniel Holle,
Product Manager di Android Auto

I 40 modelli annunciati per quest’anno daranno “una portata globale ad Android Auto”, ha dichiarato Daniel Holle, product manager per Android Auto di Google, in occasione di Ubiquity, l’evento dedicato agli sviluppatori che si è svolto questa settimana a San Francisco.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication.     SCOPRI DI PIÙ >>

Per garantire la sicurezza del conducente Android Auto si basa su funzioni di attivazione vocale. Le comunicazioni ricevute possono essere “lette” da Android Auto, e a suo volta l’utente può rispondere con comandi comandi. Come Siri di Apple, l’assistente vocale Google Now fornisce le ultime notizie, meteo e altre informazioni rilevanti per l’utente.

Attualmente Android Auto conta circa 500 applicazioni e, secondo quanto annunciato da Holle, gli aggiornamenti che saranno introdotti quest’anno permetteranno la riproduzione di altri tipi di file multimediali.

I produttori di automobili saranno inoltre in grado di sviluppare applicazioni per specifici modelli di auto. Le applicazioni saranno aggiornate “over the air”, così i proprietari dei veicoli non dovranno tornare dai concessionari per effettuare gli aggiornamenti.

Android Auto compete con CarPlay di Apple. La casa di Cupertino ha annunciato questa settimana l’elenco completo dei modelli già disponibili o in arrivo sul mercato che supportano CarPlay: attualmente sono più di 100.

Tutti i principali produttori di auto supportano Android Auto tranne Toyota, che ha preso le distanze anche da CarPlay.

 

AUTOREAgam Shah
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.