Wireless broadband: le cinque previsioni per il 2018 di Cambium Networks

Espansione del Fixed Wireless Access, 5G, service provider consolidati e intelligenza artificiale. Ecco come sarà il 2018 nel settore della wireless broadband.

Cambium Networks, per voce del suo Presidente e CEO Atul Bhatnagar, ha pubblicato un documento con cinque tendenze che caratterizzeranno il settore in rapido sviluppo della wireless broadband nel corso del prossimo anno. Eccole nel dettaglio.

1 – Espansione del Fixed Wireless Access (FWA)

Nei mercati secondari l’FWA sarà un elemento chiave nell’agenda digitale dei Paesi che vogliono recuperare terreno in campo economico, educativo, sanitario e in generale nella qualità della vita delle persone. Nel momento in cui i governi si assumono la responsabilità di connettere i cittadini, la realizzazione di questo obbiettivo deve avvenire con la massima efficienza economica. Il Wi-Fi pubblico è ormai un’aspettativa generalizzata in luoghi come parchi, scuole, stazioni e in occasione di grandi eventi.

2 – Il 5G: una nuova pietra miliare

Nel 2018 ci attendiamo la pubblicazione del primo standard per le onde radio che risponderà alle specifiche 5G IMT-2020. Si tratta del 3GPP LTE system release 15, la cui implementazione sarà basata su tecnologie quali sincronizzazione Time Division Duplex (TDD), codifica Low Density Parity Check (LDPC), Multiple-Input-Multiple-Output (MIMO) e antenne smart.

wireless broadband

3 – L’FWA sarà richiesto da service provider tradizionali

Service provider consolidati, che operano da sempre via cavo, cercano oggi soluzioni capaci di incrementare il throughput a banda larga riducendo però i costi di manutenzione relativi alle linee in rame. Il Fixed Wireless Access permette loro di raggiungere entrambi gli obbiettivi e le tecnologie attuali assicurano che gli investimenti effettuati oggi manterranno il loro valore nel tempo.

Parallelamente alla crescita del FWA emerge anche la domanda di sistemi di gestione e backoffice capaci di rispondere alle nuove esigenze. Oltre ad assicurare connettività, i service provider si affermeranno sempre più come Managed Service Provider (MSP), capaci di provvedere alla pianificazione, fornitura e gestione della connettività per reti avanzate.

4 – Fenomeni di consolidamento tra i service provider

I Wireless Internet Service Provider (WISP) di piccole dimensioni troveranno grandi benefici nei processi di consolidamento solo se hanno realizzato le proprie reti con infrastrutture progettate per gestire la crescita. Il consolidamento potrà essere multinazionale, ma resterà all’interno di ciascun continente.

5 – Intelligenza Artificiale e ingegneria di rete

Nel giro di pochi anni l’intelligenza artificiale renderà il lavoro dell’amministrazione di rete più semplice ed efficiente, ma in ogni caso la domanda di tecnici ed ingegneri preparati continuerà a crescere. Gli amministratori di rete dovranno infatti gestire reti sempre più grandi e garantire servizi a valore aggiunto con l’ausilio di sistemi di gestione capaci di fornire analisi sofisticate e attraverso processi di machine learning che permetteranno di ottenere analisi impeccabili sullo stato della rete. Sarà necessario che i dipendenti, a tutti i livelli dell’organizzazione, comprendano le basi del networking IP-based.