Impostazioni DNS: trucchi e segreti

Il Domain Name System (DNS) è un servizio tanto semplice quando fondamentale che molti di noi danno per scontato. Senza di esso navigare sul web sarebbe un’esperienza del tutto differente. Infatti, invece di digitare google.com nel browser, dovremmo scrivere uno dei tanti indirizzi IP della grande G, con conseguenze in termini di tempo e comodità che possiamo ben immaginare. Un servizio DNS che funziona male può rallentare la navigazione e i cambi di DNS di un sito possono provocare la ben nota e odiata scritta Page Not Found.

Due esempi lampanti di come sia importante conoscere e gestire i DNS e in questo articolo vi proponiamo alcuni trucchi e segreti per sfruttare al meglio questo sistema nella vostra sfera lavorativa e casalinga.

Testate le velocità dei server DNS con namebench

Molti fornitori di DNS si vantano delle loro elevate velocità, ma i dati che vedete si basano su molte caratteristiche differenti, tra cui la distanza geografica tra il vostro router da un lato e il server DNS utilizzato per la ricerca dei nomi di dominio dall’altro. Ricordatevi inoltre che le velocità dei DNS variano anche a seconda del sito che visitate. Un server DNS potrebbe quindi essere veloce per un utente e lento per un altro, anche all’interno della stessa rete.

Per avere un’idea di quali siano i server DNS migliori per voi, conviene eseguire qualche test di velocità con namebench, utility open-source disponibile per Windows, Mac e Linux che si occupa proprio di misurare la velocità dei DNS.

1
2
AUTOREEric Geier
FONTEComputerworld.com
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.