Le nuove norme della Commissione Europea per il roaming

In previsione dell’abolizione dei costi per il roaming, la Commissione Europea ha elaborato norme per prevenire abusi da parte di operatori e utenti

roaming

Dal prossimo anno non ci saranno più tasse di roaming per gli abbonati di telefonia mobile dell’Unione Europea. La Commissione europea ha annunciato in pompa magna l’anno scorso che avrebbe abolito completamente le maggiorazioni per l’utilizzo di una rete di telefonia mobile al di fuori del paese di residenza degli abbonati sottoscrittore da giugno 2017.

L’annuncio aveva provocato una levata di scudi da parte degli operatori di rete in paesi a basso costo preoccupati sulla possibilità di abusi. In particolare, la preoccupazione era che gli utenti approfittassero della differenza di prezzo per eliminare un abbonamento nel proprio paese e utilizzare permanentemente il roaming. Il risultato sarebbe stato quello di abbassare i costi in alcuni paesi della UE e di elevarli in altri.

Ora la Commissione ha rivelato la sua strategia per evitare questa situazione, basandosi su politiche di “fair use” per il roaming.

Il piano di regolamento richiede agli operatori di rete europei di consentire ai loro clienti il roaming su altre reti europee per almeno 90 giorni all’anno. Per contro, ai clienti verrà richiesto di accedere alla propria rete domestica almeno una volta ogni 30 giorni per evitare sovrapprezzi.

Secondo la Commissione, tali norme copriranno le esigenze di quasi tutti clienti in roaming.

Gli operatori saranno autorizzati a imporre restrizioni sulle chiamate o sui volumi di dati nei giorni di roaming, anche se tali restrizioni non possono essere troppo strette. “Il cliente dovrebbe comunque essere in grado di fruire di un volume di servizi pari ad almeno il volume medio consumato a livello nazionale con il proprio piano tariffario”, ha spiegato la Commissione Europea.

Ci saranno eccezioni per le persone che vivono su un lato di un confine nazionale e lavorano nell’altro. I giorni in cui il cliente accede sia alla propria rete nazionale che a una rete estera non saranno conteggiati nel limite di 90 giorni per il roaming.

Per evitare che vengano acquistate carte SIM prepagate in paesi a basso costo e rivendute nei paesi ad alto costo, gli operatori saranno autorizzati a richiedere che un certo volume di servizi sia pagato e fruito sulla rete nazionale prima che una SIM possa essere utilizzata per il roaming.

VIAPeter Sayer
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.

WHITEPAPER GRATUITI

  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper

    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0

    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper

    Computerworld Italia – Speciale GDPR

    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper

    Computerworld Italia – Speciale Data Center

    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro