Dell ha annunciato di aver terminato le vendite di dispositivi Android, abbandonando così i tablet tradizionali per concentrarsi sui 2-in-1 con Windows 10. Di conseguenza, dopo che nel 2012 era toccato agli smartphone, non vedremo più tablet Android della linea Venue e nemmeno il Wyse Cloud Connect, una minuscola unità basata sempre su Android che trasforma un display in un PC. Da notare che altri dispositivi Android di Dell erano stati abbandonati già in precedenza dal produttore USA.

Il motivo di questa decisione non è difficile da capire. Come infatti dichiarato da un portavoce della stessa Dell, il mercato dei tablet tradizionali è ormai saturo e la domanda per questo tipo di prodotti sta calando sempre di più. Eppure, nonostante Dell abbia detto basta ai tablet Android, in passato sono arrivati sul mercato dispositivi interessanti come il Venue 8 7000, tablet con display OLED e camera 3D RealSense. Nel frattempo però gli ibridi 2-in-1 hanno preso il posto in molti casi dei tablet tradizionali e Dell, che non offrirà più nemmeno aggiornamenti a livello di OS ai suoi tablet Android già in commercio, sembra averlo capito molto bene.

anche HP ha smesso di puntare su questi dispositivi Android

Con questa decisione Dell rimane con diversi laptop e 2-in-1 Windows a listino ma anche con alcuni Chromebook come il Chromebook 11 3120 e il Chromebook 13 7310, che pur non avendo Android come sistema operativo potranno comunque far funzionare app Android grazie a questa recente novità introdotta da Google per Chrome OS. Non dimentichiamo comunque che Dell vende agli sviluppatori anche laptop XPS e Precision con Ubuntu, oltre a thin client con sistemi operativi Linux, Windows Embedded e ThinOS. Dell inoltre ha in listino anche tablet Venue con Windows, ma si tratta di modelli che non sono stati aggiornati da lungo tempo e quindi la gamma Venue potrebbe presto scomparire definitivamente.

A dimostrazione che i tablet Android stanno attraversando un momento difficile, anche HP ha smesso di puntare su questi dispositivi e ora offre solo pochi tablet Android, per lo più rivolti a un’utenza business. La stessa Lenovo ha diminuito non poco il numero di tablet Android in listino rispetto agli scorsi anni, preferendo espandere (proprio come Dell) la gamma di 2-in-1 basati su Windows. Se poi pensiamo che ultimamente Dell aveva iniziato a regalare i suoi tablet Venue in bundle con alcuni laptop, ecco l’ennesimo indizio che spiega il perché dell’abbandono completo dei tablet Android.