iphone x

Se le prossime trimestrali di Samsung batteranno ogni record toccato prima, già ora possiamo intuirne il motivo. Secondo infatti un’analisi condotta da Counterpoint Technology per conto del Wall Street Journal, il colosso coreano guadagnerà dalla fornitura di display OLED per iPhone X qualcosa come 14,3 miliardi di dollari.

Una cifra calcolata moltiplicando il ricavo di Samsung su un singolo iPhone X (110 dollari) per i 130 milioni di iPhone X che si stima saranno venduti nell’arco di due anni. In pratica, con questa fornitura (e non c’è solo il display OLED all’interno del nuovo melafonino), Samsung guadagnerà più dalle vendite di iPhone X che da quelle del suo Galaxy S8, per il quale sono previsti introiti pari a 10 miliardi di dollari (202 dollari di profitto per 50 milioni di smartphone stimati).

iphone x

Numeri da capogiro che contribuiranno a rafforzare ulteriormente i conti già molto positivi di Samsung, anche perché nell’analisi non viene fatto cenno al recente Galaxy Note 8, che a quanto pare sta vendendo molto bene. Il fatto poi che Samsung faccia pagare così tanto i propri componenti ad Apple è una delle ragioni per le quali iPhone X arriverà a costare oltre 1300 euro nella versione da 256 GB (almeno in Italia), tanto che a Cupertino si sta cercando di aumentare il ricorso a componenti di Sharp e Japan Display in modo da non avere Samsung come unico fornitore per gli schermi OLED.

Ricordiamo che a fine giugno, al termine del secondo trimestre 2017, Samsung risultava essere il primo produttore al mondo di smartphone con 79,5 milioni di pezzi venduti e una quota di mercato del 22,1%, con Apple al secondo posto (41 milioni di iPhone e 11,4% di markest share) e Huawei in terza posizione, con 38,4 milioni di smartphone venduti e il 10,7% del mercato.

WHITEPAPER GRATUITI