Da domani alcuni fortunati utenti potranno mettere le mani su iPhone X, ma il nuovo melafonino, che in Italia arriverà con prezzi di 1189 e 1359 euro (64/256GB), è già stato analizzato su alcuni blog e siti americani e le prime impressioni sono sicuramente positive, sebbene per recensioni più approfondite bisognerà attendere ancora qualche giorno.

Steven Levy di Wired punta molto sul primo impatto dello smartphone una volta accesso, grazie al nuovo display quasi privo di cornici se non per il cosiddetto notch nella parte superiore. Inizialmente proprio questa barra nera può distrarre, ma con il passare delle ore ci si fa sempre meno caso e anche le nuove gesture, rese indispensabili dall’assenza del classico tasto Home, si imparano in breve tempo e risultano molto naturali.

Il nuovo sistema Face ID per lo sblocco del telefono tramite il riconoscimento del volto funziona piuttosto bene, anche se il “contatto” tra viso e sensore deve essere piuttosto preciso. Ottima invece l’integrazione con Apple Pay, il cui funzionamento tramite Face ID è più veloce rispetto a prima. Levy ha poi elogiato le prestazioni della fotocamera e l’autonomia, pur riconoscendo che nel complesso iPhone X non è una vera e propria rivoluzione, bensì di un inizio incoraggiante per Apple che lascia aperti molti spiragli positivi per il futuro.

Apple ha poi invitato alcuni noti youtuber specializzati in tecnologia a un evento a New York per testare il nuovo melafonino. Tra questi anche Booredatwork, Soldier Knows Best e Highsnobiety, tutti concordi nell’elogiare Face ID per precisione e velocità nello sblocco. Come Levy anche Soldier Knows Best non è stato troppo distratto dal “notch” del display e si è divertito a provare le nuove emoji, mentre Noah Thomas e Brian Farmer di Highsnobiety sono rimasti colpiti in modo particolare dalla nuova modalità di scatto dedicata ai selfie e dalle prestazioni delle app di realtà aumentata.

Per altri siti specializzati citiamo le prime impressioni di Jason Snell di Six Colors, che ha definito iPhone X come un perfetto concentrato di design e prestazioni, e di Rene Ritchie di iMore, secondo cui iPhone X è lo smartphone più divertente di Apple dai tempi del primo iPhone. Ritchie fa però notare come ci voglia un po’ di tempo per familiarizzare con le nuove gesture, ma come alla fine non si tratti di un limite particolarmente gravoso.

iphone x

A differenza di altri blogger e giornalisti, Matthew Panzarino di TechCrunch ha trascorso con iPhone X un’intera settimana, abbastanza per fornire impressioni più dettagliate. Panzarino è rimasto colpito soprattutto dal design, pur facendo notare che l’anello d’acciaio che circonda il telefono non è immune ad abrasioni e a piccoli segni.

Per quanto riguarda l’autonomia, Panzarino ha stimato una durata della batteria leggermente superiore a quello di iPhone 8 Plus (nulla però di rivoluzionario), contando poco più di 13 ore in standby e 6 ore e 4 minuti di effettivo utilizzo durante una giornata decisamente impegnativa come “stress” del telefono.

Per ora le critiche principali, come quella di Nilay Patel di The Verge, riguardano le app non ancora ottimizzate per una corretta visualizzazione che tenga conto del notch, ma sempre Patel posizione iPhone X sul terzo gradino della classifica dei migliori iPhone a livello di design dopo iPhone 4 e il primo modello del 2007.

WHITEPAPER GRATUITI
  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper
    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0
    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale GDPR
    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper
    Computerworld Italia – Speciale Data Center
    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro