Il Galaxy Note 8 di Samsung deve ancora arrivare sul mercato, ma si preannuncia già come uno degli smartphone Android più potenti in assoluto grazie ai 6 GB di RAM e al SoC Exynos 8895 (o Snapdragon 835 per la versione in vendita negli USA). Verrebbe da chiedersi come se la cava questo phablet di Samsung se confrontato con iPhone 7 Plus, smartphone che sta ormai per compiere un anno di vita ma che, grazie al processore Apple A 10 Fusion e ai 3 GB di RAM, risulta ancora oggi molto veloce e performante.

Il canale YouTube EverythingApplePro ha così voluto mettere a paragone i due dispositivi per scoprire quale, tra benchmark e casi di utilizzo più pratici, sia il più veloce. Il risultato è a tratti sorprendente, visto che iPhone 7 Plus esce vincitore dal confronto nella maggior parte dei test. Il melafonino ad esempio impiega circa 3 minuti e 20 secondi a avviare diverse app in sequenza contro gli oltre 5 minuti del Note 8, nonostante quest’ultimo abbia il doppio di RAM.

galaxy note 8

Anche il boot iniziale dei dispositivi vede vincitore iPhone 7 Plus, che arriva primo anche nel trasferimento dei video all’interno della Galleria e nei benchmark single core, versante su cui l’A10 Fusion si era già dimostrato un mostro un anno fa. Dove il Galaxy Note 8 primeggia è invece nei banchmark multi-core e in Antutu, sebbene in questo caso lo stacco su iPhone 7 Plus non sia enorme.

Insomma, il melafonino del 2016 se la cava ancora alla grande e di fatto nessun’altro smartphone è riuscito ancora a batterlo nei test single-core. Contando poi che l’imminente iPhone 8 dovrebbe integrare un processore ancora più potente dell’A10 Fusion, prepariamoci a prestazioni sempre più elevate che difficilmente qualche terminale Android riuscirà a eguagliare.