Samsung sta per annunciare ufficialmente la sua nuova tecnologia di pagamento mobile magnetico LoopPay che molto probabilmente sarà inserita nell’imminente Galaxy S6, la cui presentazione è attesa l’1 marzo nel corso del Mobile World Congress di Barcellona.

LoopPay è una società acquistata da Samsung poche settimane fa e l’acquisizione ha già spinto molti osservatori a considerare LoopPay come una sfida del gigante coreano all’Apple Pay, sebbene le tecnologie alla base dei due sistemi di pagamento mobile siano molto diverse tra loro.

Al momento infatti la tecnologia magnetica di LoopPay si basa su una particolare custodia (o comunque su un accessorio esterno al telefono) in cui è inserito il chip che consente di eseguire pagamenti contactless. Se volesse integrare LoopPay nel suo Galaxy S6, Samsung dovrebbe quindi inserire all’interno del telefono un chip in grado di comunicare con i lettori di carte magnetici già molto diffusi.

Il sistema magnetico alla base di LoopPay, che può già funzionare su larga scala, ha quindi un grande vantaggio rispetto all’Apple Pay, che invece si basa su connettività NFC (Near Field Communication) e richiede da parte degli esercenti la sostituzione dei loro terminali di pagamento con nuovi lettori abilitati al NFC. Inoltre Apple Pay funziona solo con iPhone 6 e iPhone 6 Plus, mentre al momento LoopPay è compatibile con decine di modelli diversi di smartphone e, per funzionare, necessita solo della relativa custodia contenente il chip.

Il sistema LoopPay deve integrarsi prima o poi nell’hardware dei telefoni

“LoopPay rappresenta un modo di eseguire una transazione wireless e contactless più semplice e immediato rispetto ad Apple Pay” afferma Michelle Evans, analista della società di ricerche di mercato Euromonitor International. “Questo comunque non significa che Samsung smetterà di investire nell’integrazione del NFC all’interno dei suoi smartphone. Semplicemente oggi, con il 90% dei POS già compatibili con LoopPay, un utente potrebbe essere più spinto a scegliere uno smartphone di Samsung per i pagamenti in mobilità rispetto a un iPhone 6 con Apple Pay”.

Per quanto riguarda la possibilità che Samsung inserisca LoopPay nativamente sul Galaxy S6, non c’è ancora nulla di ufficiale, sebbene molti analisti siano ottimisti a riguardo. Jordan McKee di 451 Research è convinto che ciò succederà, visto che LoopPay non può continuare ancora per molto a vendere solo ed esclusivamente accessori esterni per smartphone. Il sistema LoopPay deve integrarsi prima o poi nell’hardware dei telefoni.

Sempre McKee fa notare come Samsung, nonostante l’acquisizione molto recente, abbia iniziato a investire in LoopPay già dalla scorsa estate e che quindi la possibilità di un’integrazione del sistema nel Galaxy S6 potrebbe essere nei pani di Samsung già da diversi mesi.