Priv fa flop: sarà l’ultimo smartphone di BlackBerry?

Le vendite di Priv sono in stallo e BlackBerry potrebbe anche decidere di uscire definitivamente dal mercato degli smartphone per concentrarsi su quello di software e servizi.

Al suo lancio sul mercato lo scorso anno Priv era indicato da molti analisti come ultima speranza di BlackBerry di rimanere aggrappata al mercato degli smartphone. Per la prima volta infatti il produttore canadese proponeva un device con sistema operativo Android lasciando da parte per la prima volta il suo BlackBerry OS. Le vendite però, complici un prezzo da top di gamma non proprio aggressivo e la difficoltà di BlackBerry di stringere partnership forti con gli operatori telefonici (soprattutto negli USA), non sono andate come previsto.

Nell’ultimo trimestre i Priv venduti sono stati infatti 600.000 contro gli 850.000 attesi secondo le previsioni degli analisti di Wall Street e contro i 700.000 venduti nel trimestre precedenti. Un calo fisiologico forse inevitabile, ma resta il fatto che il traguardo dei tre milioni di unità da raggiungere entro fine anno per raggiungere il punto di pareggio pare ormai difficilissimo da raggiungere, anche sommando le vendite degli smartphone BlackBerry 10 ancora in listino.

blackberry-priv-keyboard-full-100631107-orig.jpg

Sono proprio le basse vendite del Priv ad aver trascinato al ribasso i conti di BlackBerry nell’ultimo trimestre, con perdite nette per 238 milioni di dollari a fronte di utili che ammontano a 468 milioni di dollari. A questo punto BlackBerry potrebbe intraprendere due strade a livello hardware. Da un lato l’ultima speranza di rimanere in questo mercato potrebbe arrivare dall’eventuale successo di due nuovi device Android di fascia media che la compagnia canadese dovrebbe far uscire nel corso di quest’anno.

Dall’altro lato però BlackBerry potrebbe anche decidere di uscire definitivamente dal mercato degli smartphone (dove oggi conta solo per l’1%) per concentrarsi unicamente sulle soluzioni software e i servizi per il mobile, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza e le applicazioni professionali.

Il fatturato di questo settore è infatti più che raddoppiato rispetto all’anno precedente e contribuisce al momento a circa il 32% del fatturato totale dell’azienda, sebbene le possibilità di crescita siano ancora elevatissime visto il successo riscosso nell’ultimo anno dalle soluzioni software (per lo più di stampo enterpise) proposte da BlackBerry.