Apple Pay è stata progettata per sostituire il proprio portafogli fisico, e con iOS 9 Apple sta fondendo questa funzione con quella dell’app Passbook, sotto un nuovo cappello chiamato, appropriatamente, Wallet (portafogli).

La nuova app, annunciata lunedì durante la Worldwide Developers Conference di San Francisco, sostituirà Passbook e funzionerà più o meno allo stesso modo. Ci si potranno memorizzare biglietti dei concerti, carte d’imbarco per i voli aerei. Il tutto però accanto alle informazioni della carta di credito di Apple Pay, che comincerà a supportare direttamente anche le carte fedeltà delle catene, permettendo l’accredito immediato dei punti sui pagamenti fatti con Apple Pay.

Leggi anche: ecco perché Apple è l’azienda di maggior successo di sempre

“Il nostro obiettivo finale è di sostituire il portafogli, e siamo sulla strada giusta per riuscirci”, ha detto la Vice President dei Servizi Internet di Apple Jennifer Bailey, che sovraintende l’espansione di Apple Pay. “Non potremmo essere più soddisfatti dei progressi della nostra visione e degli sviluppi di Apple Pay”.

A luglio Apple Pay sbarcherà nel Regno unito, con il supporto di circa il 70% delle carte di credito e debito britanniche. Più di 250.000 punti vendita accetteranno Apple Pay dal giorno di lancio, compresi quelli delle catene Boots, Waitrose, Post Office e molti altri noti negozi e ristoranti. È un numero di punti vendita superiore a quelli che supportavano Apple Pay al giorno del suo lancio negli Stati Uniti, anche se già dal mese successivo più di un milione di negozi e locali avevano aderito al programma. Un’altra grande differenza tra i lanci inglese e americano è che sarà possibile utilizzare Apple Pay sul sistema dei trasporti pubblici di Londra, mentre questo non è tuttora possibile negli USA.

Per chi si chiedesse se Apple Pay ucciderà altri sistemi di pagamento alternativi come Square, al momento è chiaro che Apple e Square sono partner, e non concorrenti. Apple ha annunciato lunedì che Square sta lavorando a un nuovo Pos con lettore di schede per iPhone che supporterà Apple Pay e che sarà disponibile ai gestori di negozi e locali il prossimo autunno.